PUNTO 1 - Portogallo, S&P taglia rating a 'BBB-'/A-3

martedì 29 marzo 2011 19:01
 

(Aggiunge dichiarazioni, dettagli, background in coda)

MILANO, 29 marzo (Reuters) - S&P ha tagliato il rating sul debito sovrano del Portogallo, portandolo a 'BBB-'/A-3, da 'BBB/A-2'. L'outlook, dopo la rimozione del creditwatch di fine novembre scorso, è negativo.

"L'outlook negativo riflette la nostra opinione che il contesto macroeconomico si potrebbe indebolire più delle nostre attuali aspettative e che l'impasse politico potrebbe minare l'effettiva attuazione della manovra correttiva del Portogallo, causando sforamenti non trascurabili", dice l'agenzia di rating.

Sulla scia del peggioramento dell'accesso al mercato dei capitali e delle necesità finanziarie, il Portogallo avrà probabilmente bisogno di richiedere gli aiuti internazionali attraverso i fondi di salvataggio Efsf e Esm, dice S&P che cita come motivo del declassamento odierno l'accordo del summit europeo di fine marzo che considera come possibile la ristrutturazione del debito sovrano di un paese europeo. Standard & Poor's ha tagliato il rating del paese insieme a quello della Grecia citando i rischi che il debito portoghese e greco possano diventare subordinati al meccanismo di salvataggio europeo.

"In apparenza l'agenzia di rating vede il rischio che l'European stability mechanism possa innescare una situazione in cui in debito non è sicuro" ha detto Silvio Peruzzo, economista di RBS a Londra. "Se un paese va in default, l'Esm, come creditore senior, prende i fondi prima degli investitori e a questi ultimi può toccare la partecipazione alle perdite".

I leader europei hanno acconsentito a un nuovo pacchetto anticrisi durante il summit di due giorni della scorsa settimana, ma hanno rimandato un incremento dell'ammontare del fondo di salvataggio della zona euro (Efsf). Tuttavia hanno siglato un accordo sulla dotazione finanziaria che sarà messa a disposizione del meccanismo di salvataggio permanente (Esm), che diventerà operativa a metà 2013.

La crisi di Lisbona si è avvitata con le dimissioni del premier dopo che il Parlamento protoghese non ha avvallato le misure di austerità aggiuntive presentate dal governo di minoranza.