Treasuries in calo dopo redditi e spese personali, parole Fed

lunedì 28 marzo 2011 14:58
 

NEW YORK, 28 marzo (Reuters) - Prezzi dei Treasuries in calo, zavorrati da dichiarazioni aggressive da parte di esponenti della Federal Reserve. La flessione si è accentuata dopo la pubblicazione dei dati sui redditi e le spese personali.

Il futures sulla T-note a giugno TYv1, attorno alle 14,55 italiane, cede 8/64, a 118-29/64.

Sabato scorso, il presidente della Fed di Saint Louis, James Bullard, ha detto che un prolungamento del periodo di tassi ai minimi potrebbe incoraggiare una trappola della liquidità.

Attesa per quanto diranno oggi il presidente della Fed di Atlanta, Dennis Lockhart, quello della Fed di Chicago, Charles Evans, e il numero uno della Fed di Boston, Eric Rosengren. Soltanto Evans è un membro votante del board della banca centrale Usa.

A febbraio, le spese personali Usa sono salite dello 0,7%, mentre i redditi personali sono aumentati dello 0,3%. L'indice Pce core ha registrato un rialzo dello 0,2%, mentre l'indice complessivo Pce è salito dello 0,4%. L'incremento dell'indice Pce è il più ampio dal giugno 2009. Su base annua, l'indice dei prezzi Pce è cresciuto dell'1,7%, il core dello 0,9%: si tratta, per quanto riguarda l'indice complessivo, del maggiore rialzo dal maggio 2010.

I futures sui tassi Usa scontano un incremento del costo del denaro nel primo trimestre 2012 FFH2.

I prezzi del benchmark decennale US10YT=RR arretrano di 8/32, con rendimento attestato al 3,472%. Il titolo a due anni US2YT=RR scende di 2/32, con rendimento dello 0,781%. Il trentennale US30YT=RR, infine, lascia sul terreno 8/32, con rendimento del 4,515%.