Btp in calo su scambi scarsi, attenzione su primario dopo aste

lunedì 28 marzo 2011 12:33
 

 MILANO, 28 marzo (Reuters) - I Btp appaiono deboli a metà
seduta con scambi piuttosto scarsi e l'attenzione degli
investitori concentrata sul primario. 
 Il Tesoro ha infatti collocato stamane 10,5 miliardi di euro
in Bot a 6 mesi e Ctz, mentre domani toccherà ai Btp indicizzati
settembre 2016 offerti fino a 1,75 miliardi. Mercoledì saranno
invece posti in asta da 7 a 9,25 miliardi di Btp a 3 e 10 anni e
di CCTeu.
 "L'Italia non ha problemi a rifinanziarsi, ma la chiave per
le aste di questa settimana sono 'le redemption' che
garantiranno la liquidità necessaria al loro buon esito" dice
Elia Lattuga, strategist di Unicredit Mib.
 
 BUONA DOMANDA BOT E CTZ, VISTE BENE ANCHE ASTE LUNGHI
 Le aste di stamane, 8 miliardi di Bot a 6 mesi
[ID:nTAR001504] e 2,5 di Ctz [ID:nTAR001506], hanno registrato,
secondo gli operatori del settore, un'ottima domanda.
L'ammontare era sostanzioso ma in linea con le attese e
l'abbondante liquidità garantita dai titoli in scadenza ha
favorito le richieste. 
 "Erano in scadenza 9,1 miliardi di Bot e 11,6 miliardi di un
vecchio Ctz. Questo ha favorito la domanda e ritengo che la
liquidità rimessa in circolo verrà riutilizzata dal mercato
anche per le aste di mercoledì sui titoli più lunghi, in
particolare per il nuovo 3 anni" dice Lattuga.
 Insieme ad atri titoli, il Tesoro offrirà mercoledì da 3,5 a
4,5 mld prima tranche Btp 1-04-2014, cedola 3% (dalla precedente
2,25%) [ID:nLDE72O1LT].
 Per quanto riguarda gli spread, si evidenzia una certa
staibiltà rispetto ai livelli di chiusura di venerdì, malgrado
la debolezza della Germania.
 La sconfitta elettorale dei cristiano-democratici della
cancelliera tedesca Angela Merkel in un importante voto
regionale e le vendite che si sono abbattute sui Treasuries Usa
dopo le indicazioni di un esponente della Fed sulla tempistica
di eventuali rialzi dei tassi hanno pesato sui titoli 'core'. 
 Anche la notizia che la Bce sarebbe vicina a un accordo per
le banche in difficoltà [ID:nLDE72R08H] ha in qualche modo
pesato sul Bund. 
 "Questo darebbe alla Bce il via libera a una normalizzazione
della politica monetaria, sia in iermini di tassi, sia per le
iniezioni di liquidità" dice Peter Schaffrik, strategist a RBC
Capital Markets. 
 Atorno alle 12,20, il differenziale sul decennale tra Btp e
Bund, su piattaforma Tradeweb IT10YT=TWEB DE10YT=TWEB, quota
in area 157 punti base contro i 158 di ieri in chiusura.
 
============================ 12,20 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO 11 FGBLM1    121,67  (-0,36)            
FUTURES BTP  GIUGNO 11 FBTPM1    108,29  (-0,26)            
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT*    98,27  (-0,13)      2,842% 
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    92,36  (-0,23)      4,779% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    91,95  (-0,35)      5,635% 
* quotazioni da schermi reuters in assenza scambi su Mts
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        20                 17
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       109                106
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       148                149
-livelli minimo/massimo           144,1-148,5        145,6-152,7
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      157                158 
-livelli minimo/massimo           154,7-158,4        156,0-162,4
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       182                184 
BTP 2/10 ANNI                         197,7              197,7
BTP 10/30 ANNI                         86,1               86,1 
===============================================================