Btp chiudono in rialzo, non c'è contagio da problemi Portogallo

venerdì 25 marzo 2011 17:24
 

 MILANO, 25 marzo (Reuters) -I Btp si confermano in rialzo in
chiusura di una seduta che ha visto il protrarsi delle tensioni
sul debito portoghese - dopo la bocciatura parlamentare del
pacchetto di austerità, la conseguente caduta del governo e il
taglio di rating da parte di S&P e Fitch - senza però
sostanziali segnali di contagio verso altri paesi.
 "Giornata tranquilla, di forza relativa per Italia o Spagna,
le vicissitudini portoghesi non hanno pesato" spiega il trader
di una banca italiana.
 Complice la discesa del Bund, cui ha contribuito un dato
sulla fiducia delle imprese tedesche migliore delle attese, lo
spread Italia-Germania termina la giornata in restringimento,
anche se sopra i minimi di seduta.
 "Sul finale qualcuno è tornato a dare un po' di Italia,
approfittando del rialzo di questi due giorni, inoltre non
dimentichiamo che si va verso una settimana piuttosto ricca
d'offerta italiana" aggiunge il trader, mentre altri operatori
segnalano qualche ricopertura sul Bund in vista del weekend.
 A fine scambi, il differenziale sul decennale tra Btp e
Bund, su piattaforma Tradeweb IT10YT=TWEB DE10YT=TWEB, quota
in area 158 punti base contro i 161 di ieri in chiusura e i 156
visti nel primo pomeriggio.
 "L'Italia ha trovato un certo livello di stabilità, sui
150-170 punti base di spread, non ci sono le osicllazioni
violente di inizio anno" nota il trader di una banca specialist.
"Oggi il lungo e l'extra lungo hanno sovraperformato il Bund, il
breve è stato meno brillante".
 In allargamento invece lo spread portoghese IT10YT=TWEB
DE10YT=TWEB, di 13 punti base a quota 475, col rendimento sul
decennale che per la prima volta dall'introduzione dell'euro ha
superato la soglia dell'8%. Livelli che - a detta degli
operatori - scontano ormai un ricorso praticamente inevitabile
di Lisbona agli aiuti europei, dopo Grecia e Irlanda, in vista
in particolare delle scadenze debitorie del paese di aprile e
giugno.
 
 VERSO LE ASTE ITALINE
 In arrivo a mercati chiusi la comunicazione del Tesoro
italiano sugli importi per l'asta a medio-lungo termine di
mercoledì prossimo, nella quale verrà offerto il nuovo triennale
aprile 2014, oltre alle riaperture del decennale settembre 2021
e del Ccteu ottobre 2017.
 "Per il triennale mi aspetto un'offerta di 4-5 miliardi,
tutt'al più 3,5-4,5 miliardi se il Tesoro vuole stare
tranquillo, e 2-3 miliardi per il decennale" prevede il trader.
"Tutto sommato un importo nella norma, considerando che c'è di
mezzo un nuovo titolo".
 Il programma delle aste italiane si completa con 8 milairdi
di Bot semestrali e 2,5 miliardi di Ctz lunedì e con Btp
indicizzati settembre 2016 fino a 1,75 miliardi il giorno
successivo.
 
============================ 17,10 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO 11 FGBLM1    122,08  (-0,12)            
FUTURES BTP  GIUGNO 11 FBTPM1    108,51  (+0,11)            
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     98,41  (inv. )      2,770% 
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    92,59  (+0,09)      4,747% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    92,30  (+0,10)      5,608% 
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        17                 16
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       106                108
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       149                151
-livelli minimo/massimo           145,6-152,7        150,4-153,8
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      158                161 
-livelli minimo/massimo           156,0-162,4        160,9-168,5
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       184                186 
BTP 2/10 ANNI                         197,7              202,2
BTP 10/30 ANNI                         86,1               82,0 
===============================================================