Btp poco variati, spread stringe a 161 pb, pochi scambi

giovedì 24 marzo 2011 12:40
 

 MILANO, 24 marzo (Reuters) - Il mercato dei Btp si è mosso
pochissimo oggi, tra scambi contenuti, in un contesto in cui il
movimento principale si è visto sul Bund, condizionando
l'andamento dello spread di rendimento Italia/Germania. 
 A metà seduta le quotazioni sono poco variate da ieri, con
il Btp decennale in lieve calo e la parte a breve in lieve
rialzo. 
 "Il mercato dei Btp è stato praticamente fermo stamane e il
movimento che abbiamo visto stamane sullo spread è dovuto
esclusivamente, come accade spesso in questi giorni,
all'andamento del Bund" dice uno specialist. 
 Il titolo tedesco ha aperto in rialzo, in reazione alla
crisi di governo deflagrata ieri in Portogallo dopo che il
Parlamento ha bocciato le nuove misure di bilancio e il primo
ministro Socrates ha rassegnato le dimissioni.
 "E' stata una reazione direi 'emotiva' all'apertura, ma
senza molte basi, visto che la notizia era già attesa e prezzata
e visto che il livello di Bund era già stratosferico" dice un
dealer. Di conseguenza nel corso della mattina il Bund ha
iniziato a scendere portandosi in territorio negativo su prese
di beneficio.
 Parallelo a questo è stato l'andamento dello spread di
rendimento tra Btp e Bund decennali, su piattaforma Tradeweb
IT10YT=TWEB DE10YT=TWEB, che ha allargato fino a 168 punti
base mentre il Bund saliva, per poi tornare a stringersi verso
161 punti base anche più stretto dei 163 pb della chiusura di
ieri, quando il titolo tedesco è tornato a scendere. 
 Resta ampia la divergenza fra gli spread di Spagna e Italia
da una parte e quelli del trio Grecia-Irlanda-Portogallo
dall'altra. 
 Il Portogallo stamane in apertura ha allargato fino a 16 pb
per poi stringere a 7 pb a metà seduta, e torna a presentare
un'inversione fra le scadenze medio-corte e quelle lunghe.
 Sullo sfondo resta l'attenzione per i dettagli del nuovo
strumento di salvataggio Esm e per la riforma dell'EFSF,
rinviata a giugno.
 
 ANNUNCIATO NUOVO BTP 3 ANNI
 Come era nelle attese, il Tesoro italiano ha annunciato ieri
l'offerta di un nuovo Btp triennale, l'aprile 2014, con cedola
portata al 3% rispetto a quella del 2,25% dell'ultimo Btp
offerto in asta.  "Al momento non ci sono ancora quotazioni sul
grey-market, tuttavia pare un po' più caro rispetto agli altri
della sua categoria e ciò fa pensare che non assumerà il ruolo
di 'cheapest to delivery' per il futures che, a meno di
cambiamenti di quotazione, dovrebbe rimanere l'agosto 2013" dice
un dealer. 
 Insieme al triennale Il Tesoro ha annunciato l'offerta della
riapertura del Btp 2021 e del Ccteu 2017, come nelle attese. il
cui ammontare verrà comunicato venerdi, mentre l'asta è in
agenda mercoledì prossimo.
============================ 12,15 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO 11 FGBLM1    122,23  (-0,07)            
FUTURES BTP  GIUGNO 11 FBTPM1    108,44  (+0,09)            
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     98,41  (+0,02)      2,769% 
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    92,27  (-0,11)      4,791% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    92,27  (+0,02)      5,611% 
 
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        16                 14
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       107                107
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       152                153
-livelli minimo/massimo           150,4-153,8        151,9-155,9
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      161                163 
-livelli minimo/massimo           160,9-168,5        163,0-165,5
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       186                190 
BTP 2/10 ANNI                         202,2              199,7
BTP 10/30 ANNI                         82,0               83,7 
===============================================================
 (Gabriella Bruschi)