Consiglio ministri, ok preliminare a decreto stoccaggio gas

mercoledì 23 marzo 2011 18:56
 

ROMA, 23 marzo (Reuters) - Il Consiglio dei ministri ha approvato oggi, in via preliminare, un decreto legislativo che recepisce la direttiva europea sullo stoccaggio geologico dell'anidride carbonica da centrali termoelettriche e impianti industriali.

Lo riferisce una nota del ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani.

Il provvedimento, varato in collaborazione con il ministero dell'Ambiente, fornisce un sistema normativo che autorizza la scelta dei siti, l'esercizio, il trasporto e l'immagazzinamento nel suolo delle emissioni nocive.

Il cosiddetto Carbon capture and storage è una tecnologia che consiste nel prendere il gas per stoccarlo sotto terra, in siti appositi.

"Siamo soddisfatti di questo provvedimento che servirà a ridurre l'emissione di CO2 nell'aria con una tecnologia all'avanguardia che già il nostro Paese sta sperimentando grazie ad un recente accordo tra Eni (ENI.MI: Quotazione) ed Enel (ENEI.MI: Quotazione)", ha commentato Romani nella nota ricordando che la norma rientra nell'ambito dei provvedimenti da adottare per raggiungere gli obiettivi di contenimento delle emissioni di gas serra previsti dal protocollo di Kyoto al 2020.

L'International energy agency prevede che circa il 90% del gas serra prodotto dalle centrali con Carbon capture and storage riuscirà ad essere immagazzinato sottoterra e che questa tecnologia riuscirà a ridurre del 26% le emissioni totali di CO2 entro il 2050, conclude la nota.