Usa, riforme riducano gap fra banche grandi e piccole - Bernanke

mercoledì 23 marzo 2011 17:22
 

SAN DIEGO, 23 marzo (Reuters) - Le nuove riforme sulla regolamentazione finanziaria dovrebbero aiutare a ridurre il divario fra le banche più grandi e quelle più piccole, effetto del supporto implicito garantito dal governo.

E' quanto ha detto il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke.

Il numero uno della banca centrale Usa ha sostenuto che la riforma della legge Dodd-Frank dovrebbe affrontare la questione delle società percepite come troppo grandi per fallire, attraverso una restrizione delle attività, un aumento degli standard patrimoniali e un miglioramento della capacità dei regolatori di intervenire.

"Un sistema finanziario dominato da società troppo grandi per fallire non può essere un sistema finanziario in salute", ha spiegato Bernanke ad un gruppo di banchieri, in un discorso che non ha affrontato questioni economiche di ampio respiro.

"Un beneficio delle riforme dovrebbe essere la creazione di un campo da gioco più equilibrato per le istituzioni finanziarie di ogni taglia", ha aggiunto.