PUNTO 1 - Consiglio Ue rinvierà a giugno decisione aumento Efsf

mercoledì 23 marzo 2011 15:42
 

(Aggiunge background, dettagli)

BRUXELLES, 23 marzo (Reuters) - L'accordo per innalzare a 440 miliardi di euro le capacità effettiva di finanziamento del Fondo europeo per la stabilità finanziaria Efsf verrà finalizzato entro fine giugno e non in occasione del consiglio europeo che si apre domani a Bruxelles, rinvio che rischia di deludere i mercati finanziari.

E' quanto si legge nella bozza del comunicato finale - in agenda per venerdì - preparata dagli ambasciatori dei ventisette paesi Ue.

La decisione sull'aumento dell'Efsf, da 250 miliardi a 440 miliardi, era in origine prevista per il vertice dei capi di Stato e di governo di domani e dopodomani, chiamati a presentare la risposta "globale" dell'Unione alla crisi debitoria della zona euro.

Ma i leader hanno ora deciso di rinviare la decisione fino a metà anno.

"La preparazione del trattato e le modifiche all'accordo dell'Efsf, per garantire che la capacità effettiva dei prestiti raggiunga i 440 miliardi saranno ultimate in modo da permettere che le procedure nazionali vengano completate in tempo per essere sottoscritte insieme alla fine di giugno" dice il documento visto da Reuters.

Le cause del rinvio sono in parte legate alla politica - la Finlandia ha sciolto il suo parlamento in vista delle elezioni e non può adottare decisioni formali in questo momento - e in parte alla necessità di coordinarsi con l'istituzione del nuovo Esm (meccanismo di stabilità europea), il fondo permanente che sostituira l'EFSF nel 2013.

Il ritardo probabilmente sarà una delusione per i mercati finanziari, perché il vertice era stato organizzato come un momento definitivo, con i leader che avrebbero finalmente adottato le misure necessarie per venire a capo della crisi del debito che dura ormai da un anno.   Continua...