Portogallo, domani voto su piano austerità, si cerca accordo

martedì 22 marzo 2011 13:39
 

LISBONA, 22 marzo (Reuters) - Il no dell'opposizione alle nuove misure d'austerità elaborate dal governo socialista di minoranza getterebbe il Portogallo nell'"abisso", a meno che non si trovi un compromesso prima di domani.

A sostenerlo è il capogruppo del partito socialista al parlamento di Lisbona, Francisco Assis, secondo cui esistono ancora i tempi per un compromesso tra i partiti nelle prossime 24 ore, definite "decisive per il Paese".

Il voto parlamentare sulle nuove misure d'austerità è in calendario per domani, col rischio concreto dell'apertura di una una crisi di governo, visto l'annunciato voto contrario dell'opposizione Social democratica (Psd).

Il premier portoghese Jose Socrates vuole presentarsi al vertice dei capi di governo Ue di giovedì prossimo con l'approvazione in tasca e ha minacciato le proprie dimissioni in caso di bocciatura del provvedimento. Ma il Psd, il maggiore partito d'opposizione, ha già iniziato a parlare di elezioni anticipate, cosa che potrebbe complicare pesantemente il tentativo del Portogallo di evitare il ricorso agli aiuti internazionali, come Grecia e Irlanda.

"Domani ci sarà il voto sulle misure proposte, il parlamento in seduta plenaria darà la sua risposta al paese" ha dichiarato il deputato verde Heliosa Apolonia al termine dell'incontro di oggi dei capigruppo parlamentari.

La situazione portoghese condiziona i mercati. In mattinata i credit default swap sul debito portoghese hanno allargato di 18 punti base a quota 534 pb. Lo spread di rendimento Portogallo-Germnaia, sul decennale PT10YT=TWEB DE10YT=TWEB allarga invece di un solo punto rispetto a ieri, a 4334 pb.