Btp chiudono in rialzo, spread stringe, scambi più distesi

venerdì 18 marzo 2011 17:40
 

  MILANO, 18 marzo (Reuters) - Pomeriggio disteso per il
mercato dei Btp e per i titoli dei paesi periferici in generale
che hanno beneficiato da una parte della mancanza di altre
cattive notizie dal Giappone, dall'altra dell'annuncio dello
stpo alle azioni militari in Libia.
 Tali notizie, di contro, hanno fatto perdere terreno al
bund, venuto in parte meno il suo ruolo di investimento-rifugio,
portando a un ulteriore, leggero restringimento del
differenziale Italia/Germania.
 "Il pomeriggio è stato veramente molto calmo e ben intonato
per i periferici" dice un dealer.
 I più ottimisti iniziano a mettere da parte le tensioni che
provengono dal Giappone e ritornano con le valutazioni a prima
del terremoto, quando già i mercati periferici erano ben
intonati e fiduciosi che il rafforzamento del programma di
salvataggio Efsf potesse far tornare gli acquisti.
 Il differenziale di rendimento sul decennale tra Btp e Bund,
su piattaforma Tradeweb IT10YT=TWEB DE10YT=TWEB ha stretto
fino a 158 punti base da 163 punti base ieri e dopo che in
settimana aveva rivisto quota 170 pb.
 Ieri sera il G7 ha deciso di avviare interventi congiunti
sul mercato del forex per contenere il forte rialzo dello yen
sul dollaro legato alle ipotesi di rientri di capitali in vista
delle ricostruzione del Giappone. Oggi lo yen, con gli
interventi, effettivamente è tornato sui suoi passi.
 Resta aperto l'interrogativo sulle prossime mosse della Bce
sui tassi. Gli osservatori del mercato si dividono tra la
necessità di alzare i tassi comunque, come ha detto anche il
consigliere economico di Angela Merkel stamane preoccupato per
l'inflazione, e chi invece ritiene più prudente attendere che si
chiarissero le ripercussioni sull'economia mondale del disastro
giapponese. 
 Trichet stasera, nel dire che non ha messaggi nuovi di
politica monetaria, ha anche detto che la Bce dovrà valutare
attentamente l'impatto economico del terremoto del Giappone. 
 La preoccupazione maggiore per la Bce è il rialzo
dell'inflazione, ma Trichet stasera ha osservato: "le prevsioni
vedono l'inflazione della zona euro in linea con la stabilità
dei prezzi nei prossimi 5 anni. Il che potrebbe voler dire che
un rialzo dei tassi ad aprile, come indicato all'inizio di
marzo, potrebbe essere rinviato.
 
========================== 17,30 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO 11 FGBLM1    122,73  (-0,11)            
FUTURES BTP  GIUGNO 11 FBTPM1    109,09  (+0,47)            
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     98,55  (+0,13)      2,696  
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    93,10  (+0,18)      4,677  
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    93,52  (+0,31)      5,517  
 
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        13                 13
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       110                119
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       150                157
-livelli minimo/massimo           148,1-157,5        152,2-160,6
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      159                166 
-livelli minimo/massimo           158,1-168,5        162,1-171,4
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       184                188 
BTP 2/10 ANNI                         198,1              194,3
BTP 10/30 ANNI                         84,0               83,9 
===============================================================
 
 (Gabriella Bruschi)