Derivati, Comune Lecco chiede a giudice perizia CTU su tre swap

venerdì 18 marzo 2011 16:34
 

MILANO, 18 marzo (Reuters) - Il Comune di Lecco ha chiesto al tribunale della stessa cittadina una perizia, condotta da un esperto nominato dal giudice, su tre contratti di swap siglati tra 2003 e 2006, il primo con BNP Paribas e i restanti due con Deutsche Bank.

Lo riferisce a Reuters l'assessore al Bilancio del comune lombardo, Mario Moschetti, precisando che il "deposito presso il Tribunale di Lecco dell'istanza per un accertamento tecnico preventivo" da parte di un consulente tecnico d'ufficio (CTU) è avvenuta in settimana e ha alle spalle l'esito di una perizia commissionata dal Comune sui tre contratti derivati che hanno accompagnato successive operazioni sul debito municipale.

L'iniziativa, spiega ancora Moschetti, può poi concludersi con un accordo tra le parti o un'azione di merito da parte del Comune.

Il primo swap risale al 2003 ed è stato siglato con BNP Paribas (BNPP.PA: Quotazione), il secondo e il terzo, conclusi a soli sei mesi di distanza, sono degli anni 2005-2006.

L'ultimo derivato ha accompagnato il lancio di un prestito obbligazionario da 36,5 milioni di euro, sottoscritto a fermo da Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), con cui sono stati estinti i mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti ai quali erano legati i due precedenti swap.

Nessun commento da parte delle due banche coinvolte.

(Valentina Za, in redazione a Milano Luca Trogni)