PUNTO 1-Portogallo colloca bond 12 mesi per 1 mld dopo downgrade

mercoledì 16 marzo 2011 14:03
 

 (aggiunge commenti, background) 
 
 LISBONA, 16 marzo (Reuters) - L'asta del Portogallo su
titoli a un anno ha mostrato oggi rendimenti al rialzo rispetto
all'asta precedente, a ridosso della decisione di Moody's di
ridure il rating del debito sovrano di Lisbona da 'A3' lasciando
peraltro l'outlook negativo, evidenziando che il paese rimane
sotto pressione nonostante l'accordo della zona euro per
affrontare la crisi del debito..
 I titoli a 12 mesi sono stati collocati al rendimento medio
del 4,331% dal 4,057% dell'asta dello scorso 2 marzo, in linea
con le attese degli analisti di un 4,3%, rimanendo sotto il
massimo registrato a dicembre.
 L'agenzia del debito portoghese, IGCP, ha inoltre detto che
è stato collocato in asta un miliardo di euro, il massimo del
range di offerta tra 750 milioni e un miliardo, e il
bid-to-cover è stato di 2,2 da 3,1 dell'asta precednet.
 La Spagna invece ha ottenuto un calo dei rendimenti sui suoi
titoli in asta ieri, poichè si ritiene meno probabilmente che
avrà bisogno di ricorrere a un salvataggio Ue/Fmi.
 "La tempistica del downgrade ovviamente non ha aiutato,
perchè ha ridotto l'interesse degli investitori" ha detto
Orlando Green, strategist di Credit Agricole a Londra. "Moody's
si è allineato con il rating di S&P's, ma questa asta avrebbe
potuto fare a meno di questo taglio visto che c'è ancora
avversione al rischio in relazione al Giappone" ha detto,
aggiungendo che gli investitori erano ancora scettici circa
l'attuazione delle misure di risanamento di bilancio in
Portogallo.    
 Il primo ministro portoghese Jose Socrates ha detto ieri che
la decisione del principale partito di opposizione di non
sostenere più recenti misure di austerità del governo potrebbe
portare il paese a chiedere un salvataggio [ID: nLDE72E2RJ].
Gli ha fatto eco il ministro delle finanze Fernando Teixeira
dos Santos oggi. "La mancata approvazione delle nuove misure nel
piano di bilancio spingerebbe il paese a chiedere un aiuto
esterno" ha detto Teixeira dos Santos alla commissione Bilancio
del Parlamento, aggiungendo che "le attuali condizioni di
mercato ono sono sostenibili nel medio-lungo termine".
 Le ultime misure sono state annunciate venerdì prima del
vertice dei leader della zona euro e includevano tagli alla
spesa per l'assistenza sociale e le infrastrutture pari allo
0,8% del Pil. I piani sono stati presentati in un momento in cui
il premio di rischio del Portogallo ha toccato massimi storici
la scorsa settimana. 
 Il downgrade di Moody's del rating del Portogallo è stato
"frettoloso", ha detto il segretario al Tesoro Carlos Pina e non
ha preso in considerazione l'impatto delle decisioni prese dai
leader della zona euro lo scorso fine settimana. 
 I leader hanno deciso di aumentare la capacità di prestito
di EFSF, il fondo di salvataggio europeo per la stabilità
finanziaria e ha consentito che esso possa acquistare bond dei
paesi della zona euro in difficoltà sul mercato primario,
proponendosi di finalizzare l'accordo in occasione del vertice
del 24-25 marzo.