Galassia Ligresti pesante su incertezza dopo rottura Groupama

martedì 15 marzo 2011 12:43
 

MILANO, 15 marzo (Reuters) - Galassia Ligresti sotto pressione stamani in borsa nel giorno in cui è stata ufficializzata la fine del rapporto con Groupama.

Il gruppo assicurativo francese era candidato a un ingresso in Premafin PRAI.MI prima che la Consob negasse l'esenzione dall'obbligo di Opa sulla holding che controlla Fondiaria-Sai FOSA.MI e, a cascata, Milano Assicurazioni ADMI.MI.

"Sono allo studio soluzioni alternative indirizzate al rafforzamento patrimoniale del gruppo", recita la nota.

Dopo la nota, Premafin ha accelerato il ribasso arrivando a cedere il 7,6%, segnando nuovi minimi a 0,66 euro.

Intorno alle 12,30 il titolo cede oltre il 5% a 0,68 euro mentre Fondiaria e Milano Ass ADMI.MI perdono più del 5% in un contesto di mercato fortemente compromesso dai timori per un disastro nucleare in Giappone.

A questo punto parrebbe farsi strada una soluzione italiana per Premafin che sarebbe targata UniCredit (CRDI.MI: Quotazione), il principale creditore della famiglia di Salvatore Ligresti, secondo quanto riferito ieri da una fonte vicina alla vicenda. Un broker estero invita alla cautela su Fondiaria nel breve periodo, sottolineando che un eventuale intervento di Unicredit o di altre banche a favore della compagnia ridurrebbe l'appeal speculativo del titolo, riducendo le chance di una vendita di Milano Assicurazioni.

"Considerando la necessità di un rafforzamento patrimoniale per Fondiaria-Sai... e le incertezze riguardanti le tempistiche e le prospettive finali dell'aumento di capitale, rimaniamo cauti sul titolo nel breve periodo", dice.

I tempi per arrivare a una soluzione condivisa sono abbastanza stretti ed è presumibile che l'obiettivo sia di arrivare a uno schema di intervento la prossima settimana, quando Fondiaria annuncerà i conti del 2010, spiega una fonte vicina alla situazione.