Grecia, Cds in calo 100 pb dopo accordo su debito periferici

lunedì 14 marzo 2011 12:41
 

LONDON, 14 marzo (Reuters) - Il costo per assicurare il debito greco contro il default è sceso oggi, dando avvio a un movimento dei Cds dei paesi della zona euro con più basso rating dopo che i leader europei hanno trovato un accordo per rafforzare il fondo di salvataggio del blocco.

Venerdì scorso i leader della zona euro hanno deciso di incrementare a 440 miliardi la capacità di credito effettiva dell'Efsf, di permettergli l'acquisto sul primario di bond di paesi in difficoltà e di ridurre il costo dei prestiti abbassando i tassi d'interesse sui fondi alla Grecia.

Il Cds a 5 anni sul debito greco è sceso di 100 punti base a 940, secondo i dati Markit. Questo indica che sono necessari 940.000 euro per assicurare un'esposizione di 10 milioni di euro in bond greci.

Il Cds spagnolo è sceso a 232 punti base, in calo di 25, mentre quello portoghese ha ceduto 30 punti base a 485.

Il Cds irlandese è invece l'eccezione fra i periferici, mostrando un rialzo di 2 punti base a 602, dato che i termini del suo salvataggio non sono stati migliorati al summit.