Ok Italia taglio 1/20 anno debito con finanza privata-Berlusconi

venerdì 11 marzo 2011 18:14
 

ROMA, 11 marzo (Reuters) - L'Italia è d'accordo con la regola Ue di un taglio annuo del debito dal 2015 di un ventesimo per i Paesi che superano i vincoli del Patto di stabilità purché si tenga conto anche dello stato della finanza privata di ogni singolo Stato.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi conversando con i cronisti a margine del Consiglio Ue straordinario di oggi.

"Noi accettiamo questa riduzione di un ventesimo dal 2015, ma chiediamo che sia commisurata non solo al debito pubblico ma anche allo stato di salute che si può ricavare dalla finanza privata", ha detto Berlusconi.

Il Capo del governo ha aggiunto che l'Italia non porrà il veto sul documento in discussione sul Patto di stabilità: "Non credo che ce ne sarà bisogno. Questo documento passerà solo se all'unanimità". Infine, Berlusconi ha spiegato che l'Italia vuole "sia consentita l'adozione di particolari misure come la defiscalizzazione e la fiscalità agevolata" per alcune aree, soprattutto del Mezzogiorno.