Debito zona euro al 90% in mano a investitori europei - ricerca

venerdì 11 marzo 2011 13:45
 

MILANO, 11 marzo (Reuters) - Il debito sovrano della zona euro è soprattutto una preoccupazione della zona euro: sono infatti gli investitori di quest'area a essere i maggiori detentori di questo tipo di titoli.

Aggiungendo istituzionali del resto di Europa, si scopre che i due gruppi insieme sono i proprietari del 90% del debito della zona euro, lasciando una quota marginale ad americani e asiatici.

Lo dice un report di Thomson Reuters, aggiungendo a proposito di istituzionali che l'assicurativa francese CNP è in testa alla classifica degli investitori con l'equivalente di quasi 63 miliardi di dollari di emissioni sovrane dell'eurozona in portafoglio: di questi 5,5 miliardi sono carta spagnola fresca di declassamento.

Dei 5 nomi più investiti, Pioneer - controllata dalla italiana Unicredit (CRDI.MI: Quotazione) - è il solo non francese e ha in portafoglio 23,8 miliardi di zona euro.

Per quanto riguarda il solo debito spagnolo - l'87% del quale è in mano a investitori della zona euro - l'istituzionale più esposto è BBVA Asset Management (BBVA.MC: Quotazione), con 8 miliardi di dollari di titoli spagnoli e meno di un miliardi di emissioni sovrane di altri paesi della zona euro.

Metà degli investimenti di reddito fisso Santander nella zona euro sono in Spagna (per 5,8 miliardi) mentre tra le case americane la più esposta è Pimco, nel cui portafolgio sono solo 5,5 miliardi di dollari in carta dell'eurozona e 38 milioni di emissioni spagnole.

I dati sui portafogli sono basati su quelli più recenti pubblicati.