Portogallo annuncia misure alle 10, Austria spinge verso aiuti

venerdì 11 marzo 2011 09:41
 

VIENNA, 11 marzo (Reuters) - Alle 10 italiane Lisbona aggiornerà i mercati sul processo di risanamento dei conti nel tentativo di arginare l'incertezza che ha spinto il costo del debito portoghese sui mercati a livelli insostenibli nel tempo.

Lo spread di rendimento tra titoli portoghesi e tedeschi è salito ancora questa mattina mentre si moltiplicano le speculazioni su quello che il ministro delle Finanze portoghese potrebbe dire. In un'intervista sul sito del Financial Times oggi l'omologo austriaco Josef Proell ha esortato pubblicamente a una rapida decisione sul ricorso agli aiuti europei, ipotesi invisa al governo del premier socialista Jose Socrates.

La decisione in ultima istanza spetta al Portogallo, ma "il mio consiglio", dice Proell, "è di guardare a Grecia e Irlanda: non siate tardivi. Prendete la vostra decisione tempestivamente: sì o no".

"Se i numeri in Portogallo dicono che non riusciranno a rifinanziare il paese nei prossimi anni senza aiuto allora dovrebbero ricorrere tempestivaemnte all'ombrello messo a disposizione. Ma, come ho detto, non possiamo costringerli, questa è la realtà", conclude.