MONETARIO - Cosa succede oggi venerdì 11 marzo

venerdì 11 marzo 2011 07:43
 

* Il Tesoro italiano torna a confrontarsi con il mercato offrendo fino a 5 miliardi - importo inferiore alla media per l'asta di metà mese - i Btp novembre 2015 e settembre 2026.

Resta tesa la situazione per il debito non-core in una settimana che ha visto il downgrade di Grecia e Spagna sullo sfondo di attese di un rialzo dei tassi che minaccia di accrescere il peso del debito per i Paesi più deboli.

Ieri i tassi dei Bot a 3 e 12 mesi in asta hanno toccato un massimo da aprile 2009 e dicembre 2008, rispettivamente.

* Si riuniscono nel pomeriggio a Bruxelles i leader della zona euro al termine di una settimana di passione per il debito europeo non-core. Le attese per il vertice a 17 sono di accordo su una versione edulcorata del 'patto per la competitività' proposto da Francia e Germania, mentre ogni decisione cruciale sul rafforzamento del fondo di salvataggio è rinviata al summit di fine mese. Secondo fonti parlamentari tedesche Angela Merkel darebbe il proprio assenso a un ampliamento dell'Efsf se i membri più deboli dessero il loro contributo in denaro e non si opporrebbe a un alleggerimento del debito greco e irlandese in cambio di impegni specifici da parte dei due Paesi.

* Sul fronte macro si attendono da Istat i dettagli circa la crescita del prodotto interno lordo negli ultimi tre mesi del 2010, in cui l'economia italiana ha visto un'espansione di un modesto 0,1% su trimestre e 1,3% sullo stesso periodo del 2009, in base alla lettura preliminare.

* L'inflazione di febbraio in Cina è rimasta stabile al 4,9% tendenziale, poco sopra le attese di consenso di 4,7%, mentre il dato della produzione manifatturiera mostra una dinamica più vivace del previsto e risulta in rialzo del 14,1% nel primo bimestre dell'anno.   Continua...