MONETARIO - Cosa succede oggi venerdì 4 marzo

venerdì 4 marzo 2011 07:31
 

* All'indomani della rinuone Bce, con Trichet che ha sorpreso i mercati utilizzando un linguaggio molto meno accomodante del previsto e parlato anzi in un possibile rialzo già ad aprile, Banca di Francia tiene a Parigi un simposio internazionale con interventi di Bini Smaghi, Yellen e dello stesso Trichet

* Attesa sul fonte macroeconomico per il dato sugli occupati Usa del settore non agricolo in febbraio. Le stime sono di un dato a 185.000 - massimo degli ultimi nove mesi - dopo il più modesto 35.000 di gennaio. Calcolata in base a parametri differenti, la mediana delle aspettative sul tasso di disoccupazione indica 9,1% dopo 9,0% di gennaio. L'altroieri il dato Adp ha mostrato un aumento degli occupati nel settore privato pari a 217.000 unità a febbraio, oltre le attese che indicavano un aumento di 175.000 unità

* Negli ultimi scambi sulla piazza asiatica i derivati sul greggio Brent viaggiano in rialzo di circa mezzo dollaro, saldamente oltre la barriera dei 115 dollari il barile. Il mercato guarda con scarsa fiducia alla possibilità che abbia successo la proposta venezuelana di creare una commissione internazionale per porre fine alla crisi libica e attende con particolare attenzione i numeri sugli occupati Usa di febbraio. Intorno alle 7,30 il futures Brent ad aprile sale di 61 centesimi a 115,40 dollari il barile, dopo un intervallo tra 114,79 e 115,50, mentre l'equivalente scadenza Nymex sale 40 centesimi a 102,31 dollari il barile

* Sul fronte valutario il cross dell'euro/dollaro resta in area 1,3950, consolidando il rally innescato ieri dalle parole di Trichet che fanno anticipare le aspettative di stretta monetaria nella zona euro. Poco lontano dalla chiusura precednte intorno a 82,30 il cambio del dollaro/yen, mentre gli operatori aggiustano le posizioni in vista della statistica chiave del pomeriggio relativa al mercato del lavoro Usa

* Finale di seduta con il segno meno per i governativi Usa, con i rendimenti dei benchmark a cinque e dieci anni che superano sui grafici importanti supporti tecnici e potrebbero spostarsi in nuovi range in caso di una lettura particolarmente positiva del dato sugli occupati di febbraio. Il titolo di riferimento a dieci anni termina in calo di 26/32 per un tasso di 3,56% da 3,47% mercoledì sera

DATI MACROECONOMICI   Continua...