MONETARIO - Cosa succede oggi giovedì 3 marzo

giovedì 3 marzo 2011 07:44
 

* L'appuntamento che dominerà la seduta è quello con la Bce che oggi, come ogni primo giovedì del mese, prenderà la sua decisione sui tassi di riferimento. Le attese sono per un costo del denaro stabile al minimo storico dell'1%, ma è atteso che nella consueta conferenza stampa che segue alla comunicazione ufficiale Trichet tenga toni un po' più restrittivi.

* Oltre che sull'inflazione, la Bce dovrebbe esprimersi sulla cosiddetta 'exit strategy', progressiva eliminazione delle misure straordinarie sulla liquidità. Un sondaggio Reuters, condotto tra 20 operatori del mercato monetario della zona euro, mostra dieci risposte a favore dell'idea che la Bce annunci, per il secondo trimestre, l'interruzione delle operazioni di rifinanziamento trimestrale con modalità a rubinetto, per ritornare alla tradizionale asta con ammontare prefissato.

* Sul fronte delle indagini congiunturali si aspettano i Pmi servizi relativi a febbraio di Italia, Francia, Germania e zona euro. Per l'Italia le stime sono per un indice in rialzo a 51 punti dai precedenti 49. Istat pubblica anche i prezzi alla produzione di gennaio, con stime di un rialzo sia a livello congiunturale sia a livello tendenziale.

* Dopo il collocamento del Bobl di ieri, oggi tocca alla Spagna offrire il suo 5 anni aprile 2016, cedola 3,25%, insieme al Bono luglio 2014, cedola 4,75%.

* La banca centrale giapponese è determinata ad attenersi alla sua politica monetaria di forte impronta espansiva, ma è pronta ad agire in maniera flessibile in caso di peggioramento delle prospettive su economia e prezzi, ovvero se "il percorso verso la fine della deflazione diventa incerto". Lo ha detto il membro del board della Bank of Japan Tadao Noda.   Continua...