Btp in lieve rialzo, spread sotto 170 pb, attesa riapertura aste

lunedì 28 febbraio 2011 13:04
 

 MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Btp in lieve rialzo, al
termine di una mattinata in cui il mercato ha sostanialmente
adottato una posizione attendista in vista di una settimana
fitta di eventi, tra cui spicca il meeting Bce di giovedì
proissimo.
 "Passate le aste belghe è svanita un po' di pressione sulla
periferia e gli spread che erano partiti in allargamento sono
tornati a stringere leggermente" spiega un trader da Milano. "Ma
è in gran parte movimento di Bund, in una seduta piuttosto
tranquilla".
 Stamane Bruxelles ha collocato circa 3,2 miliardi di euro,
sulle scadenze 2014, 2021 e 2028, al massimo del range d'offerta
annunciato.
 Sullo sfondo resta un certo grado di incertezza dettato
dell'evoluzione della crisi libica e dalle sue conseguenze,
prima di tutto sulle quotazioni petrolifere. Un contesto che di
fondo continua a dare sostengo al debito core.
 "Il petrolio è decisamente l'indicatore da seguire in questo
momento: tutti cercano di calcolare l'effeto di un rialzo di 10
dollari sul pil annuale o l'effetto di un rialzo permanente
sulla crescita" spiega lo strategist di WestLB Michael Leister.
 Lo spread decennale Btp-Bund si porta sul finale della
mattinata, su piattaforma Tradeweb IT10YT=TWEB DE10TY=TWEB
in area 168-169 punti base contro i 171 di venerdì in chiusura.
 "Il trentennale resta relativamente sotto pressione, la
curva italiana tende ad irripidirsi nei momenti di crisi"
commenta il trader.
 Oggi pomeriggio il Tesoro procederà alla riapertura dei
titoli a medio-lungo termine in asta venerdì scorso. Per il Btp
decennale, trattandosi di un nuovo titolo, verrà offerto il 25%
dell'ammontare collocato in asta, quindi ulteriori 1,250
miliardi. Per il triennale l'offerta sarà di 300 milioni, per il
Ccteu 2017 di 150 milioni.
 A sostenere il segmento periferico nelle ultime ore è anche
la prospettiva di una riduzione del tasso di interesse applicato
ai prestiti all'Irlanda, nell'ambito del piano di salvataggio
internazionale del paese.
 "È uno degli elementi chiave che verrà discusso nel contesto
della strategia generale dell'Ue" ha affermato stamane il
commissario europeo agli Affari monetari Olli Rehn. La nuova
maggioranza di governo in Irlanda uscita dalle elezioni di
questo fine settimana, aveva più volte parlato in campagna
elettorale della volontà di rivedere l'accordo siglato con Ue e
Fmi dal precedente governo.
 "Abbiamo un obiettivo comune per l'Irlanda che è di ridare
dinamismo alla sua crescita e di assicurarne la sostenibilità
del debito" ha speigato Rehn.
 "Obiettivamente l'Irlanda si è mossa male, presa dal panico
ha negoziato un accordo a condizioni penalizzanti, ma a questo
punto dubito che si possa realmente rivedrlo" conclude il
trader.
 A fine mattinata lo spread irlandese, sul decennale
IT10YT=TWEB DE10TY=TWEB, resta di fatto invariato su venerdì
in area 620 pb.
 
=========================== 12,50 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND MARZO 11FGBLc1      124,23  (-0,09)             
FUTURES BTP MARZO 11 FBTPH1      109,12  (+0,01)
BTP 2 ANNI (DIC 12) IT2YT=RR*     99,11  (+0,02)      2,520% 
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    91,95  (+0,12)      4,829% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=RR*   92,47  (+0,04)      5,595% 
 
* Da schermi Reuters in assenza scambi su Mts
======================= SPREAD (PB)= ==========================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        26                 31
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3        98                 98
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       168                170
-livelli minimo/massimo           167,0-171,7       165,5-170,4
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      169                171 
-livelli minimo/massimo           168,3-172,4       167,2-170,7
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       197                199   
BTP 2/10 ANNI                          --                232,0 
BTP 10/30 ANNI                         --                 75,0 
===============================================================