Pedaggi, governo boccia odg Milleproroghe su esenzione Gra

venerdì 25 febbraio 2011 19:31
 

ROMA, 25 febbraio (Reuters) - Polemiche dopo che la Camera ha bocciato oggi in aula alla Camera un ordine del giorno del Pd al decreto Milleproproghe con il quale si impegnava l'esecutivo a esentare il raccordo anulare di Roma (Gra) dal pagamento dopo che lo stesso è stato bocciato dal Tar del Lazio.

"Il governo ha incredibilmente cambiato parere nel giro di due ore sull'ordine del giorno per il rinvio dei nuovi pedaggi Anas al 2012 e per l'esclusione del Gra dalle nuove tariffe", si legge in una nota del capogruppo del Pd in commissione Trasporti alla Camera, Michele Meta.

"Non riusciamo a capire le ragioni di questa scelta, con tutta la buona volontà. Evidentemente l'arrivo alla Camera del ministro Altero Matteoli deve aver indotto il governo, che per bocca del sottosegretario Giorgetti aveva espresso inizialmente parere favorevole al nostro odg (come si può evincere dallo stenografico e dalle videoregistrazioni) a cambiare idea", prosegue la nota.

Per il Pd "a questo punto, tenendo conto degli orientamenti contrari all'introduzione del nuovo balzello sul Gra da parte di Regione, Provincia e Comune, proporrò ai deputati romani del Pdl, di sottoscrivere una risoluzione parlamentare unitaria per impegnare il governo definitivamente a scongiurare i pedaggi sul Grande Raccordo Anulare di Roma. Per quanto riguarda le altre autostrade Anas insistiamo sulla richiesta di un rinvio al 2012 dei nuovi pedaggi".