Treasuries Usa in rialzo, sostenuti da rivolte Nord Africa

giovedì 24 febbraio 2011 16:22
 

NEW YORK, 24 febbraio (Reuters) - I prezzi dei titoli di Stato Usa salgono nelle contrattazioni newyorkesi, ancora sostenuti da acquisti legati alle turbolenze in Medio Oriente e Nord Africa.

Gli investitori guardano con attenzione alla possibilità di contagio della rivolta in Libia ad altri paesi produttori di petrolio. Il timore di una propagazione delle tensioni politiche spinge i prezzi del greggio e potrebbe finire per penalizzare la ripresa economica.

Il flusso di acquisti su investimenti rifugio oggi ha trascinato il rendimento del decennale ai minimi di tre settimane vicino al livello tecnico del 3,40% e ha controbilanciato l'impatto dei dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione, inferiori alle attese.

"La richiesta di investimenti sicuri come i Treasuries probabilmente durerà fino a che nel Medio Oriente non emergerà una stabilità politica", commenta Sharon Stark di Stern Agee a Birmingham, Alabama.

Intorno alle 16,05 italiane il benchmark a dieci anni US10YT=RR guadagna 10/32 e rende il 3,446%, dopo un minimo al 3,42%.

Il due anni US2YT=RR sale di 1/32 con un rendimento dello 0,735%, il trentennale US30YT=RR avanza di 20/32 e rende il 4,545%.

Le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione la scorsa settimana sono scese a 391.000 contro attese di una lettura a 400.000.

Il dato è un segnale rassicurante per il mercato del lavoro e ha alimentato attese positive sul numero di occupati di febbraio. "Quella dei sussidi è una notizia innegabilmente buona per l'economia", osserva David Resler di Nomura Securities International a New York. "E' coerente con la nostra convinzione che vedremo un rialzo molto forte per gli occupati non agricoli di febbraio".

In agenda oggi anche l'asta da 29 miliardi di dollari di titoli settennali US7YT=RR.