February 24, 2011 / 6:40 AM / 6 years ago

MONETARIO - Cosa succede oggi giovedì 24 febbraio (ore 8,00)

6 IN. DI LETTURA

(aggiunge dettaglio su pubblicazione scorte petrolio)

* La crisi libica continua a dominare i mercati, per i suoi effetti sulle quotazioni petrolifere e per i timori di una diffusione delle proteste ad altri paesi dell'area nordafricana e mediorientale. Per ora il mercato obbligazionario ha risposto con un sostanziale ritorno dell'avversione al rischio, che ha favorito il classico 'fly to quality' veso i Bund tedeschi. Oggi intanto a Bruxelles si riunisce Consiglio affari interni dell'Ue sull'emergenza immigrazione dal Maghreb verso Italia.

* Il presidente Bundesbank Axel Weber prevede una crescita economica del 2,5% quest'anno per la Germania, suggerendo un miglioramento delle stime Bce che in dicembre prevedevano +2% (il 2,5% riporterebbe il paese a livelli pre-crisi, per Weber).

* Dall'interno della Bce si moltiplicano i commenti di preoccupazione per il risveglio delle tensioni inflazionistiche in Europa - con il mercato che sembra orientato a prevedere un rialzo dei tassi in tempi più brevi rispetto a prima - Trichet è intervenuto ieri sera per ribadire l'idea di sanzioni automatiche sui paesi della zona euro che non rispettano i paramentri di bilancio Ue. La Commissione Ue propone invece sanzioni solo se un paese sfora i vincoli in maniera ripetuta.

* Sul mercato monetario attesa stamane per il dato a ieri sera sui prestiti marginali concessi dalla Bce, in netto rialzo nell'ultima settimana su valori del tutto anomali (costantemente tra i 14 e i 16 miliardi di euro). Gli operatori aspettano di capire se l'anomalia sia rientrata con il regolamento - nella seduta di ieri - dell'ultima operazione di rifinanziamento settimanale. Una fonte Reuters ha attribuito il picco dei prestiti alle richieste di due banche irlandesi, Anglo Irish Bank e Irish Nationwide Building Society, impegnate nella vendita di attivi e depositi nell'ambito del piano di salvataggio del paese. La necessità di arrivare a una vendita in tempi brevissimi le avrebbe costrette a sottrarre circa 15 miliardi di euro di collaterale dai p/t settimanali e a rivolgersi ai prestiti al tasso penalizzante dell'1,75% della banca centrale.

* Una ripresa sostenibile è in corso negli Usa e la Fed potrebbe dover ridurre il proprio programma di 'quantitative easing' da 600 miliardi di dollari se l'economia continua ad acquistare vigore, per il presidente della Fed di Filadelfia CHarles Plosser.

* Tra i dati economici spicca il superindice di fiducia economica della zona euro di febbraio, comprensivo delle componenti relative a sentiment dei consumatori, delle aziende, del settore servizi e del comparto industriale. L'indice principale è stimato a 106,8 punti, in lieve rialzo dai 106,5 di gennaio. Da segnalare anche la fiducia dei cosumatori francesi, prevista stabile a 24 punti in febbraio e il dettaglio sul pil tedesco del quarto trimestre (il dato preliminmare del 15 febbraio scorso indicava una crescita dello 0,4% su trimestre e del 4% su anno). Negli Usa da seguire in particolare gli ordinativi di beni durevoli (previsto un incremento del 2,7% in gennaio dal precednete -2,3%), le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione (stimate in lieve calo a 400.000 da 410.000) e le vendite di nuove case in gennaio (stime a 310.000 da 330.000 di dicembre).

* Gli operatori del mercato primario europeo si concentrano oggi sull'asta di indicizzati italiani. Il Tesoro offre fino a 1,5 miliardi di euro della decima tranche del Btpei 15-9-2021.

* Alle 7,00 sul mercato valutario, l'euro-dollaro EUR= tratta a 1,3778/80 in lieve apprezzamento dall'1,3745 della chiusura di ieri; l'euro-yen EURJPY= tratta a 113,04/09 da 113,38; il dollaro-yen JPY= a 82,03/06 da 82,48.

* Greggio a un nuovo massimo da due anni e mezzo: si teme un allargamento ad altre aree petrolifere, compresa l'Arabia Saudita, dei disordini e delle violenze attualmente esplose in Libia, che già hanno causato la riduzione di oltre un quarto della produzione del paese, membro dell'Opec.

Il future Nymex CLc1 scambia a 98,94 dollari il barile (+0,84), il Brent LCOc1 a 112,80 (+1,55).

Il dato settimanale Eia sulle scorte Usa di greggio, benzina e prodotti raffinati, normalemtne diffuso il mercoledì, è stato posticipato a oggi pomeriggio, per questa settimana, a seguito del lunedì festivo negli Usa.

* Rimbalzano nelle contrattazioni asiatiche i Treasuries americani, sotto pressione al termine dell'ultima seduta dopo l'asta da 35 miliardi di quinquennali e in preparazione al collocamento da 29 miliardi di settennali di oggi. Le tensioni in Libia e il conseguente aumento dei prezzi petroliferi mantengono sostenuti i governativi Usa nonostante l'appesantimento dovuto all'abbondante offerta di questi giorni.

Il Benchmark decennale Usa US10YT=RR sale di 3/32, rendimento ao 3,470%.

Dati Macroeconomici

Italia

* Istat, commercio al dettaglio dicembre (10,00)

Francia

* Fiducia consumatori febbraio (8,45)

Germania

* Dettagli Pil 4° trimestre (8,00)

Portogallo

* Fiducia imprese e consumatori febbraio (11,00)

Zona Euro

* Fiducia imprese febbraio (11,00)

* Fiducia economia febbraio (11,00)

* Fiducia industria febbraio (11,00)

* Fiducia servizi febbraio (11,00)

* Fiducia consumatori febbraio (11,00)

Usa

* Ordinativi beni durevoli gennaio (14,30)

* Nuove richieste sussidi disoccupazione settimanali (14,30)

* Indice attivitò nazionale Fed Chicago gennaio (14,30)

* Vendite nuove case gennaio (16,00)

* Prezzi case dicembre (16,00)

Aste Di Titoli Di Stato Italia

* Tesoro, asta Btpei

Usa

* Asta titoli di Stato a 7 anni (19,00)

Banche Centrali

Usa

* A Bowling Green intervento Bullard, Fed St.Louis (14,30).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below