Btp misti, spread si muove per variazioni Bund dopo Bini

venerdì 18 febbraio 2011 17:31
 

 MILANO, 18 febbraio (Reuters) - I Btp archiviano con
andamento misto una seduta caratterizzata dai movimenti dei
titoli tedeschi, che hanno risentito delle parole di consiglieri
Bce sui tassi. 
 "L'Italia è stata pressoché stabile. I movimenti sono stati
tutti relativi al confronto con i Bund. È chiaro che il primo a
risentire delle parole di Bini Smaghi è stato lo Schatz, sono
sempre le scadenze a breve a soffrire dell'ipotesi di un rialzo
dei tassi", dice un trader italiano. 
 Lorenzo Bini Smaghi, membro del consiglio esecutivo della
Bce, ha detto che la Banca centrale europea è pronta ad alzare i
tassi di interesse se necessario per contrastare le pressioni e
le aspettative inflazionistiche [ID:nLDE70Q147].
 "È una cosa fondamententalmente risaputa, ma sentirselo dire
da un consigliere della Bce fa sempre un certo effetto ai
mercati", dice il trader.
 Dopo le parole di Bini Smaghi, il futures sul Bund FGBLc1
ha intrapreso la discesa verso i minimi di seduta toccati a
123,00 con un calo di 75 tick, mentre e il tasso del due anni
tedesco DE2YT=TWEB è salito a un massimo di 1,417%.  
 "Il movimento dei Btp è stato tutto relativo al Bund. In
termini assoluti i titoli italiani di sono mossi poco. Il calo
del Bund, insieme all'acquisto di qualche bond di Lisbona da
parte della Bce, ha compensato la questione del Portogallo che
pesa sui periferici in maniera a dir poco sporopositata" dice il
trader.
 Dopo la diffusione delle dichiarazioni della Bce si sono
ridotti anche gli spread. Il differenziale fra i decennali di
riferimento italiano e tedesco ha toccato il minimo di seduta a
152 punti base IT10DE10=TWEB. 
 
 PORTOGALLO HA UN PESO TUTTO PSICOLOGICO
 Le crescenti difficoltà di autofinanziamento del Portogallo,
dopo Grecia e Irlanda, stanno ormai creando un vuoto di fiducia
nell'intera zona euro. Un effetto sproporzionato alla reale
attività di debito del Paese, secondo alcuni trader che
ravvisano "una sopravvalutazione del Paese a livello di
sistema".
 "Nel 2010 il Portogallo avrà emesso un ammontare complessivo
pari a quello che l'Italia vende nel giro di due settimane.
Questo per dire che per salvare Lisbona basterebbe davvero poco
dato che le esigenze di funding del paese sono tutto sommato
limitate", dice un altro trader.
 Alcuni operatori hanno riferito che la Bce ha oggi
acquistato bond portoghesi sulle scadenze brevi in piccole
quantità [ID:nLDE71H1EF]. 
 "Si sta trattando il Portogallo come se avesse un'importanza
superiore a quella che ha. Lisbona non è un problema, i paesi
che contano per la zona euro a livello di debito sono
soprattutto l'Italia e la Spagna", dice il trader.
 Il rendimento sul quinquennale portoghese PT5YT=TWEB ha
oggi aggiornato i massimi dall'introduzione dell'euro a 7,245%.
 
============================ 17,25 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND MARZO 11FGBLc1      123,10  (-0,65)             
FUTURES BTP MARZO 11 FBTPH1      109,79  (-0,30)
BTP 2 ANNI (DIC 12) IT2YT=TT      99,35  (+0,12)      2,375% 
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    92,25  (-0,37)      4,786% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    94,04  (-0,01)      5,479% 
======================= SPREAD (PB)= ==========================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        40                 42
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       101                108
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       153                156
-livelli minimo/massimo           150,6-158,6       150,6-159,3
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      155                156   
-livelli minimo/massimo           151,8-160,4       150,4-159,7
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       177                179   
BTP 2/10 ANNI                         241,1              229,2 
BTP 10/30 ANNI                         69,3               74,2 
===============================================================
  (Irene Chiappisi)