Germania preme su Portogallo perché chieda aiuti adesso -stampa

giovedì 17 febbraio 2011 15:28
 

LISBONA, 17 febbraio (Reuters) - La Germania sta facendo pressioni sul Portogallo affinché richieda un salvataggio internazionale immediatamente, prima che vengano decisi cambiamenti al pacchetto di aiuti europei al summit di marzo. Lo riporta il quotidiano portoghese Jornal de Negocios senza citare fonti.

Alla fine dello scorso anno Berlino era stata accusata di spingere il Portogallo ad accettare aiuti ma aveva categoricamente negato.

Secondo il giornale, Berlino ha causato ritardi successivi nel prendere una decisione per rafforzare il European Financial Stability Facility (EFSF) e "ha fatto pressioni sul portogallo affinché chieda aiuti adesso".

La Germania si è concentrata nelle recenti settimane nella preparazione di un ampio pacchetto di salvataggio europeo , proponendo riforme della spesa pubblica nella regione, in cambio del probabile ok all'Efsf.

I costi dei prestiti per l'indebitato Portogallo sono saliti per i timori degli investitori sulle finanze pubbliche di Lisbona, alimentati dagli analisti secondo cui è il paese rischia più degli altri di seguire Grecia e Irlanda sulla strada di un salvataggio.

Il governo portoghese continua a dichiarare di non avere bisogno di aiuti esterni, affermando che il paese sta facendo il suo lavoro mentre l'Europa ha fallito negli sforzi di risolvere la crisi del debito della zona euro.

(Redazione Milano, Reuters messaging: claudia.delillo.reuters.com@reuters.net, +39 02 66129567, reutersitaly@thomsonreuters.com)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters italia