Btp positivi, spread stringe malgrado rialzo Bund

mercoledì 16 febbraio 2011 17:48
 

 MILANO, 16 febbraio (Reuters) - Il secondario italiano
archivia in rialzo la seduta di oggi, con un lieve
restringimento dello spread con la Germania rispetto alla
mattina, nonostante un rialzo del Bund. 
 I Btp hanno infatti sovraperformato il mercato tedesco a sua
volta tonificato dal rapporto sull'inflazione britannica che il
mercato ha interpretato come meno 'rialzista' delle attese.
 "Il mercato è andato avanti sulla falsariga della mattinata,
il Bund è salito, ma il futures sul Btp ancora di più. Lo spread
si è ristretto. L'Italia sta facendo bene e in generale anche le
altre periferie, tranne il Portogallo per via delle aste" dice
un trader italiano. 
 Dopo un massimo a 153,9, il differenziale fra i tassi di
riferimenti Germania/Italia si è ristretto fino a 148,7 punti
base. 
 Permane quindi sul mercato l'assenza della consueta
correlazione inversa fra 'core' e periferie, ma anche fra titoli
di stato e borse. 
 "Anche le borse sono positive, il mercato è generalmente
tranquillo" dice il trader. 
 Anche oggi il mercato ha ricevuto i principali input dal
primario. Dopo i collocamenti a 5 e 30 anni italiani di lunedì e
di ieri di Spagna e Grecia che si sono attivate sul tratto
breve, oggi è stata la volta della Germania che ha collocato
3,3735 miliardi di euro del suo Bund decennale gennaio 2021
[ID:nLDE71F0WW].
 "L'asta tedesca è andata un po' meglio delle ultime, mi
sembra. Un maggiore appetito è dimostrato dal bid-to-cover di
1,9 che testimonia una buona accoglienza" dice il trader. 
 Povero invece il buyback portoghese. Lisbona ha riacquistato
215 milioni di euro su un totale di 9,5 miliardi di bond in
scadenza ad aprile e giugno, un'azione mirata a rassicurare gli
investitori sul fatto che il paese non ha problemi a saldare il
suo debito. Le richieste globali per entrambi i titoli hanno
totalizzato i 958 milioni.
 Stamane Lisbona ha anche collocato 1 miliardo di titoli a 12
mesi, sulla parte alta del range, ma con un tasso in rialzo a
testimonianza dell'alto costo del finanziamento per il Paese e
un bid-to-cover in calo [ID:nLDE71F12Z].
 I bond portoghesi sono stati sotto pressione per via dei
timori degli investitori che il paese molto indebitato possa
seguire l'esempio di Grecia e Irlanda nel richiedere un
salvataggio internazionale.
 
============================ 17,30 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND MARZO 11FGBLc1      123,23  (+0,54)             
FUTURES BTP MARZO 11 FBTPH1      110,04  (+0,57)
BTP 2 ANNI (DIC 12) IT2YT=TT      99,32  (+0,14)      2,392% 
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    92,69  (+0,50)      4,726% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    94,23  (+0,91)      5,465% 
======================= SPREAD (PB)= ==========================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        41                 35
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       106                108
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       150                150
-livelli minimo/massimo           146,9-154,2       147,4-153,1
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      150                152   
-livelli minimo/massimo           148,7-153,9       149,5-153,2
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       174                177   
BTP 2/10 ANNI                         233,4              232,3 
BTP 10/30 ANNI                         73,9               73,8 
===============================================================
 
 (Irene Chiappisi)