PORTAFOGLI -Leggeri su Bric fino luglio,cauti su banche-Deutsche

mercoledì 16 febbraio 2011 14:58
 

* Puntare su borse Usa, Nord Europa, titoli "growth"

* Investire con fondi in titoli a elevata cedola

* Vede tassi all'1,75% in area euro a fine 2011

MILANO, 16 febbraio (Reuters) - Il 2011 sarà l'anno delle borse ma, almeno per il primo semestre, cautela sui mercati "BRIC" (Brasile, Russia, India e Cina), dove l'inflazione è già un grattacapo.

Secondo Giorgio Mascherone, responsabile investimenti di Deutsche Bank in Italia, adesso conviene scommettere su Nord America e Nord Europa, privilegiando titoli di società capaci di estrarre valore dalla crescita in atto ("growth").

"Il mercato azionario tratta a 10-11 volte gli utili in Stati Uniti, Germania e Italia rispetto alle 14-16 volte del 2007", ricorda Mascherone.

Per tenere sotto controllo la volatilità, il fund manager ritiene meglio investire attraverso fondi in società che offrono cedole ricche, oltre che in prodotti che danno esposizione all'attività di M&A in forte crescita. Negli emergenti restano interessanti soprattutto mercati come la Russia, che ricevono la doppia spinta della crescita interna e dell'apprezzamento della valuta.

Se è vero infine che non esiste un vero rischio di default nel settore bancario, Deutsche Bank attualmente preferisce investire in debito piuttosto che in azioni degli istituti di credito.   Continua...