Patto Ue, criterio numerico calo debito cruciale - Rehn

martedì 15 febbraio 2011 13:32
 

BRUXELLES, 15 febbraio (Reuters) - Il commissario europeo agli Affari economici e finanziari ha sollecitato nuovamente oggi i paesi europei ad accettare un nuovo criterio numerico che valuti la riduzione del debito pubblico all'interno del Patto di stabilità e crescita in via di rafforzamento.

"Avere un criterio numerico [sul calo del debito] è fondamentale nel nuovo quadro legale per il rafforzamento della sorveglianza" economica e finanziaria, ha detto il commissario Ue nel corso del dibattito pubblico durante l'Ecofin in corso a Bruxelles.

Il commissario ha comunque sottolineato che il punto è ancora in discussione.

Il ministro dell'Economia italiano Giulio Tremonti non ha replicato alle dichiarazioni del commissario.

La Commissione Ue ha proposto a fine settembre di inserire nel Patto di stabilità l'obbligo di ridurre di un ventesimo all'anno il debito pubblico in eccesso al tetto del 60% in relazione al Pil. L'Italia ha più volte chiesto, invece, una valutazione complessiva del debito che tenga anche conto di altri fattori tra cui il debito delle famiglie e la stabilità banche.