Sviluppo, agenda italiana dettata da Ue con Fmi e Ocse-Tremonti

mercoledì 9 febbraio 2011 11:52
 

ROMA, 9 febbraio (Reuters) - L'agenda italiana per il rilancio della crescita è dettata dall'Europa con il supporto di organismi internazionali come Fmi e Ocse.

Lo ha precisato il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, commentando in conferenza stampa il pacchetto di provvedimenti approvato oggi in Consiglio dei ministri a sostegno dell'economia.

"La nostra agenda è dettata e definita dall'Europa in Europa. Noi abbiamo sempre avuto come termine di riferimento il semestre europeo e l'agenda europea ed è su quello schema che dobbiamo lavorare", ha detto Tremonti.

"Entro aprile presenteremo un documento che sintetizza il piano per la crescita, siamo convinti che sia necessario sentire tutti ma abbiamo intenzione di avere il sostegno di Fmi, Ocse e commissione europea. Riteniamo sia fondamentale avvalersi di esperienze internazionali perché il piano che esce deve essere serio, definito, strutturato e soprattuto valutato nelle sedi che contano", ha continuato il ministro.

"Oggi c'è stato un buon Cdm, contiamo di continuare quel lavoro e di arrivare all'appuntamento europeo con le carte in regola. Questo è quello che conta, il resto sono solo polemiche", ha concluso Tremonti.

(Paolo Biondi e Giuseppe Fonte)