PUNTO 1-Europa non è pronta per armonizzazione fiscale-Frattini

martedì 8 febbraio 2011 13:41
 

* Prematura data fine marzo per accordo

* Nessun gruppo di paesi dovrebbe guidare gli altri

(Aggiunge dichiarazioni Frattini e contesto)

PRAGA, 8 febbraio (Reuters) - L'Italia ritiene che l'Unione europea non sia pronta per un'armonizzazione delle aliquote fiscali, neppure sotto forma di un'intesa di principio.

Lo ha detto il ministro degli Esteri, Franco Frattini, criticando il patto per la competitività proposto da Francia e Germania al Consiglio europeo di venerdì.

"Ci sono questioni nel patto che l'Europa non è ancora pronta a risolvere, tra questi per esempio quella dell'armonizzazione delle imposte e dei sistemi fiscali", ha dichiarato Frattini durante una visita a Praga.

Il ministro ha anche mostrato scetticismo sulla possibilità che un accordo possa essere raggiunto in occasione del vertice Ue in calendario il prossimo 24 e 25 marzo.

"La politica fiscale è probabilmente uno degli ambiti più sensibili. Parlando con franchezza, credo sia prematuro anche un accordo in termini di principi sull'armonizzazione delle tasse", ha detto Frattini parlando con i cronisti durante una visita a Praga.

Molti paesi europei, non solo l'Italia, non hanno preso bene la proposta franco-tedesca, che vuole anche porre fine all'indicizzazione dei salari, alzare l'età pensionabile e inserire limiti all'indebitamento a livello costituzionale.

Frattini dà voce ai malumori e dice che "tutti gli Stati devono partecipare al confronto, per questo non ci devono essere gruppi che guidano gli altri paesi".