Btp sale, spread Germania stretto con periferia, amplia con Usa

venerdì 4 febbraio 2011 17:48
 

 MILANO, 4 febbraio (Reuters) - Il secondario italiano
archivia la seduta in territorio positivo mantenendo il
restringimento dello spread visto in mattinata. 
 Non è bastato a sollecitare il Bund il dato sugli occupati
Usa, risultato inferiore alle attese. Il futures sul Bund, a
ridosso della chiusura, è anzi sceso ai minimi di contratto a
122,58 dato che il mercato si è concentrato sulla discesa del
tasso di disoccupazione ai minimi del 2009.
 "Si muove tutto sul dato Usa, i rendimenti stanno salendo 
dopo il dato sulla disoccupazione e i Bund stanno seguendo i
Treasuries" ha detto un trader. 
 Il mese scorso sono stati creati 36.000 nuovi posti nel
settore non-agricolo secondo il dipartimento del Lavoro Usa. Le
previsioni erano in media per la creazione di 145.000 nuovi
posti. Il dato di dicembre è stato tuttavia rivisto al rialzo a
121.000 rispetto ai 103.000 della prima lettura e il tasso di
disoccupazione si è attestato al 9% (consensus 9,5%) rispetto al
precedente 9,4%.
 "Le cifre modeste sono state attribuite al cattivo tempo e
il mercato guarda alla disoccupazione" dice ancora il trader. 
 I Btp si muovono invece in territorio positivo e il
differenziale fra i rendimenti dei decennali di riferimento si
mantiene stretto, come d'altra parte quello degli altri
periferici.
 "La situazione è tornata come prima della parentesi di ieri
pomeriggio, con i periferici che fanno meglio della Germania su
un rinnovato ottimismo e un conseguente maggior appetito per il
rischio" ha detto una trader italiana.
 Non sembra aver pesato sul mercato il dato sull'inflazione
italiana pubblicato alle 11 e risultato leggermente superiore
alle attese. 
 "Il dato è stato sostanzialmente poco lontano dalle attese e
non ha alterato l'andamento del mercato" ha aggiunto la trader.
 Secondo le stime provvisorie di Istat, l'indice Nic dei
prezzi al consumo è salito nel mese di gennaio dello 0,4% su
mese e del 2,1% su anno. A dicembre l'indice era aumentato dello
0,4% in termini congiunturali e dell'1,9% su base annua. La
mediana delle previsioni raccolte da Reuters tra gli analisti
indicava un aumento dello 0,3% su dicembre e del 2% in termini
tendenziali. 
 Il premio di rischio richiesto per detenere titoli di stato
italiani e spagnoli piuttosto che tedeschi è sceso oggi, con
alcuni investitori che sono tornati sui periferici dopo il calo
dei prezzi di ieri. 
 "Il mercato ha sottopesato i periferici e quindi adesso
alcuni stanno probabilmente usando l'ampliamento di ieri per
iniziare a coprire le posizioni sottopesate" ha detto un trader
da Londra.
 Lo spread Italia/Germania IT10YT=TWEB DE10YT=TWEB è
sceso fino a un minimo di 134 punti base da 141 di ieri in
chiusura.
============================ 17,30 =============================
                               PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND MARZO 11FGBLc1      122,71  (-0,51)            
FUTURES BTP MARZO 11 FBTPH1      111,00  (+0,18)            
BTP 2 ANNI (DIC 12) IT2YT=TT      99,44  (+0,02)      2,317%
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    93,61  (+0,02)      4,600%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    95,87  (+0,37)      5,346%
======================= SPREAD (PB)= =========================
                                            ULTIMA CHIUSURA 
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        41                 34
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3        96                107
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       134                129 
-livelli minimo/massimo           131,6-138,8        129,4-141,8
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      136                141
 -livelli minimo/massimo          134,3-145,7        128,2-142,8
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       164                171 
BTP 2/10 ANNI                         228,3              227,5
BTP 10/30 ANNI                         74,6              76,9
===============================================================
 
 (Irene Chiappisi)