PUNTO 3 - Federalismo, Quirinale non emana decreto, irricevibile

venerdì 4 febbraio 2011 20:49
 

* Per Napolitano iter non è stato perfezionato

* Bossi promette presto relazione a Parlamento

* Per Berlusconi è "fatto procedurale"

(Aggiorna con dichiarazione Berlusconi, comunicato Fini-Schifani su composizione Bicamerale)

di Giuseppe Fonte

ROMA, 4 febbraio (Reuters) - Il Quirinale non ha emanato il decreto legislativo sul federalismo municipale ritenendolo "irricevibile".

In una lettera inviata al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il Capo dello Stato Giorgio Napolitano motiva la decisione spiegando che con "tutta evidenza" non si è completato il percorso parlamentare del decreto.

Scoppia quindi un nuovo scontro istituzionale che potrebbe indebolire ulteriormente il governo di Silvio Berlusconi, già in bilico dopo la rottura con Gianfranco Fini che lo ha privato di un'ampia maggioranza. Ma il premier, da Bruxelles, ostentando serenità, ha detto che la decisione del Colle "è un fatto procedurale" e che ora "si va in Parlamento".

La Lega per ora media e in una nota quasi contemporanea a quella del Quirinale parla di una "lunga e cordiale" telefonata fra il leader del Carroccio Umberto Bossi ed il capo dello Stato. Il comunicato aggiunge che il ministro della Semplificazione, Roberto Calderoli, riferirà in Parlamento sul federalismo.   Continua...