Grecia può discutere buyback titoli Stato sotto la pari - minFin

venerdì 28 gennaio 2011 09:33
 

DAVOS, 28 gennaio (Reuters) - Il responsabile alle Finanze greco George Papaconstantinou ritiene vada la pena per lo meno di discutere dell'ipotesi di riacquistare titoli di Stato al di sotto della pari.

"Per farlo servono soldi, dunque è una delle idee di cui si discute, non ufficialmente... è un'ipotesi che merita di essere dicussa, come le altre" risponde alla domada specifica sulla possibilità di buyback sotto la pari.

Secondo il ministro, il piano onnicompensivo di riduzione del debito contribuirà a migliorare il clima di fiducia dei mercati nel corso dei prossimi mesi.

"Questo ci consentirà nel corso dell'anno, forse verso la fine, di tornare a offrire emissioni a lunga scadenza" spiega in un'intervista a 'Reuters Insider' a margione del World Economic Forum di Davos.

Secondo Papaconstantinou, che ribadisce come Atene non stia pensando a una ristrutturazione del debito, il fondo europeo di stabilità dovrebbe comunque avere maggiori possibilità di intervento e più flessibilità.

A maggio dell'anno scorso la Grecia è stato il primo paese della zona euro a ricevere aiuti finanziari da Ue e Fondo monetario internazionale, ottenendo 110 miliardi di euro in considerazione dei costi eccessivamente elevati raggiunti dalla raccolta sul mercato dei capitali.

Seguendo un rigido programma di austerità mirato a riportare il disavanzo entro il paletto Ue del 3% del Pil nel 2014, Atene è riuscita l'anno scorso a ridurre il deficit a 9,4% del prodotto interno lordo rispetto al 15,4% del 2009.