Federalismo, entro 60 giorni decreto su sblocco addizionali

giovedì 27 gennaio 2011 16:49
 

ROMA, 27 gennaio (Reuters) - Il governo dovrà emanare entro sessanta giorni dall'entrata in vigore del federalismo municipale un decreto per disciplinare "la graduale cessazione, anche parziale", del blocco per le addizionali comunali all'Irpef.

Lo prevede il nuovo testo del decreto sul federalismo municipale che il governo ha depositato oggi in Parlamento per superare le critiche di opposizioni e sindaci, in vista del voto in commissione bicamerale del 3 febbraio prossimo.

Tecnicamente, il decreto è emanato dal presidente del Consiglio su proposta del ministero dell'Economia e d'intesa con i comuni.

Nel caso in cui il governo non dovesse emanare il decreto, i comuni che non hanno l'addizionale o ce l'hanno in misura inferiore allo 0,4% potranno aumentarla nei "primi due anni" di 0,2 punti percentuali.

Altra novità del nuovo testo, i comuni dovranno istituire imposte di scopo per il finanziamento di opere pubbliche.

Cambia anche la tassa di soggiorno, che i comuni potranno istituire "in proporzione al prezzo delle camere di hotel" sino a 5 euro per notte.

(Giuseppe Fonte)