Efsf, garanzie Stati zona euro faranno salire debito

giovedì 27 gennaio 2011 16:27
 

BRUXELLES, 27 gennaio - Le garanzie fornite dai membri della zona euro alle obbligazioni emesse dallo European Financial Stability Stability faranno salire in misura proporzionale il debito lordo di ciascuno Stato, secondo Eurostat.

Il debito lordo è utilizzato nei calcoli ai fini della procedura disciplinare per deficit eccessivo che, in base alla riforma attualmente in via di definizione, potrebbe tradursi in multe per chi non riduce il debito con sufficiente rapidità.

I vari membri dell'euro forniscono garanzie all'EFSF per un totale di 440 miliardi in base alla propria quota del capitale della Bce. Sulla base delle divisioni stabilite in maggio, quando l'Efsf è stato lanciato, la Germania garantisce fino a circa 123 miliardi di debito dell'Efsf, la Francia circa 92 miliardi, l'Italia 81 miliardi e la Spagna 54.

"Eurostat ... ritiene che il debito emesso dall'Efsf per ogni operazione di sostegno a uno Stato membro della zona euro debba essere riallocata nei bilanci degli Stati che offrono le garanzie, in proporzione alla quota delle garanzie sostenuta in ogni emissione di debito", si legge in una nota.

"Questi flussi avranno un impatto sul debito lordo degli Stati che prestano garanzia (come definito dal trattato di Maastricht), ma l'operazione avrà un impatto neutro sul debito, al netto dei prestiti concessi per sostenere le operazioni di altri Stati membri".

Eurostat ha anche precisato che tutti gli introiti dell'Efsf, come interessi, margini e commissioni, si trasferiranno sui conti pubblici degli Stati che prestano garanzia.

"Una quota di questi flussi avrà un impatto positivo sugli avanzi/disavanzi degli Stati".

Eurostat ha precisato inoltre che quando l'EFSF presta denaro a un paese della zona euro che non ha più accesso ai mercati, il debito del paese in difficoltà aumenterà per l'importo del prestito.