Btp in rialzo con Bund, spread in restringimento

mercoledì 19 gennaio 2011 17:30
 

 MILANO, 19 gennaio (Reuters) - I titoli di stato italiani
archiviano la seduta con andamento positivo in linea con i Bund
dopo che gli investitori hanno mostrato un sano appetito per lo
Schatz posto stamane in asta. 
 L'Italia segue la Germania, in una discrepanza di
performance fra periferie che però, a dire degli esperti,
risponde più a un'umoralità del mercato che a una conclamata
divaricazione.
 "Oggi stringono in termini di spread Italia, Portogallo e
Spagna, mentre Irlanda e Grecia continuano ad allargare. C'è
però da tenere presente la marcata volatilità dei mercati, la
tendenza degli spread cambia da una seduta all'altra in risposta
anche all'andamento delle aste" dice Luca Cazzulani, strategist
di Unicredit Mib. 
 E se ieri il Portogallo era fra i mercati più penalizzati,
oggi gli investitori rispondono bene al collocamento dei titoli
a 12 mesi che ha visto rendimenti in netta discesa in risposta
al venir meno della pressione affinché Lisbona faccia ricorso a
un sostegno finanziario esterno come Grecia e Irlanda. Il tasso
medio sui titoli annuali, assegnati per tutti e 750 milini di
euro dell'obiettivo, è scivolato a 4,029% dal 5,281%
sull'equivalente scadenza in asta il primo dicembre scorso. Il
rapporto tra domanda e offerta è passato a 3,1 dal precedente
2,5.
 Ieri i paesi più esposti avevano risentito della delusione
scaturita dall'Ecofin per la mancata conferma dell'aumento
dell'Efsf, mentre l'Italia e Spagna avevano registrato spread
contenuti. 
 Oggi Italia e Spagna stringono in termini di differenziale
con la Germania, e ai 'good performer' si unisce, appunto, il
Portogallo. 
 Fitch ha inoltre detto nel corso di una conference call che
gli attuali alti rendimenti offerti dai titoli di debito
portoghesi e da altre zone periferiche della zona euro non sono
giustificati dai fondamentali.
 Sempre sul fronte del primario, oggi la Germania ha
collocato con buoni risultati il suo Schatz dicembre 2012,
registrando un bid-to-cover in netto rialzo, 2,1 dal precedente
1,1. 
 "L'asta è andata bene, l'aumento del rapporto
domanda/offerta rflette il rialzo dei rendimenti dopo i timori
espressi dalla Bce sull'inflazione. Il titolo è diventato quindi
più appetibile" ha detto una trader. 
 Il rendimento del due anni tedesco è balzato a 1,17% dal
precedente 0,92%.
 Attorno alla chiusura, lo spread italiano IT10DE10=TWEB è
a quota 163 dopo un minimo a 159 e un massimo a 174 e da una
chiusura di ieri a 168.
 
============================ 17,30 =============================
                               PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND MARZO 11FGBLc1      124,30  (+0,24)            
FUTURES BTP MARZO 11 FBTPH1      109,90  (+0,67)            
BTP 2 ANNI (DIC 12) IT2YT=TT      99,07  (+0,14)      2,515%
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    92,68  (+0,52)      4,721%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    95,03  (+0,68)      5,406%
 
======================== SPREAD (PB)= =========================
                                            ULTIMA CHIUSURA 
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        27                 30
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       137                140  
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       161                167 
-livelli minimo/massimo           156,6-169,4        163,8-172,8
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      163                168 
-livelli minimo/massimo           158,5-173,9        166,1-174,1
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       186                192 
BTP 2/10 ANNI                         220,6             220,0
BTP 10/30 ANNI                         68,5               66,5
===============================================================