Argentina discute con Club Parigi dimensione debito da negoziare

martedì 18 gennaio 2011 16:23
 

PARIGI, 18 gennaio (Reuters) - Il Club di Parigi e l'Argentina sono vicini a chiudere un accordo sulla cifra del debito che il Paese sudamericano negozierà per un piano di rimborso. Lo ha detto un funzionario del gruppo informale di Paesi industrializzati creditori di cui fa parte anche l'Italia.

Il club, i cui membri si sono incontrati oggi per il consueto appuntamento mensile, sta aspettando una offerta da Buenos Aires per il controverso tema del rimborso del debito in default.

"Ci sono progressi sui numeri, ma sui termini del rimborso non siamo ancora a un accordo", ha detto il funzionario chiedendo di restare anonimo.

Il debito è una delle ultime eredità della crisi economica argentina del 2001-02, quando il paese andò in default per circa 100 miliardi di dollari.

L'Argentina dice che il Club di Parigi detiene 6,03 miliardi di dollari di debito più gli interessi, al momento del default di dicembre 2001, con la Germania e il Giappone che hanno il 60% di questo debito. L'Italia detiene una cifra attorno al 6,6%.

Il negoziato riguarda innanzitutto la definizione di quanto debbano essere punitivi gli interessi su quel debito dopo nove anni di default.

Secondo indiscrezioni di stampa si è parlato di una cifra con gli interessi attorno a 9 miliardi di dollari.

Il funzionario del Club di Parigi non ha dato indicazioni sulla cifra su cui ci si sta accordando ma ha detto che la differenza è ormai marginale.

"E' meno del 2%, che sembra essere del tutto accettabile e sufficiente per avviare una discussione sui termini del rimborso", ha detto.