PUNTO 1 - Bankitalia, bassa crescita anche in 2012, male lavoro

martedì 18 gennaio 2011 17:08
 

* Deficit 2010 stimato sotto target governo 5% Pil

* Debito dovrebbe invece aver superato target Tesoro

* Pil previsto a 0,9% in 2011 e a 1,1% in 2012

(Aggiunge altri dettagli da Bollettino)

ROMA, 18 gennaio (Reuters) - Anche per il 2012 la Banca d'Italia stima per la nostra economia un tasso di crescita basso che non consentirebbe un robusto calo dei disoccupati ormai a quasi l'11% considerando cassaintegrati e scoraggiati [ID:nLDE70H14J].

Nell'ultimo Bollettino trimestrale gli economisti del governatore Mario Draghi continuano a battere il tasto dello sviluppo, considerata l'unica carta per convincere i mercati sulla capacità dell'Italia di ripagare l'alto debito [ID:nLDE6B51QF].

Lo fanno per dire che l'Italia, senza riforme strutturali, avanzerà a un passo più lento rispetto ai principali concorrenti anche per il prossimo biennio.

"L'espansione del prodotto, frenata dalla debole domanda interna, resterebbe inferiore a quella dell'area dell'euro che le valutazioni di consenso indicano all'1,5%", si legge nel documento.   Continua...