14 gennaio 2011 / 06:42 / 7 anni fa

MONETARIO - Cosa succede oggi venerdì 14 gennaio

* Il focus principale dei mercati resta sui conti dei paesi in difficoltà e sui meccanismi per andare loro in aiuto.

Dopo che i mercati hanno salutato con favore l‘ipotesi emersa nei giorni scorsi di un allargamento del fondo europeo di salvataggio, l‘Efsf, alcuni paesi, in primis la Germania, sono ancora titubanti. Il ministro delle Finanze tedesco Schaeuble, che ieri ha detto che è prematuro parlare di un allargamento, oggi insieme al suo conterraneo Weber, potrebbe tonare sull‘argomento in occasione di un convegno a Francoforte.

* Il giorno dopo gli accenni di Trichet alle preoccupazione della Bce per un possibile temporaneo rialzo dell‘inflazione, oggi sono giusto in agenda i dati si Cpi di alcuni paesi nella zona euro, sebbene si tratti della lettura finale del mese scorso. In particolare, il dato italiano atteso stabile a +1,9% su anno rispetto a novembre, quello tedesco anch‘esso all‘1,9% dall‘1,6% di novembre e quello spagnolo al 3,0% da 2,90%. Per l‘intera zona euro è atteso un dato a 2,2% da 1,9%.

Stamane Erkki Liikanen, membro del board della Bce, ha detto in un‘intervista alla televizione MTV3 che l‘inflazione non è ancora un problema, ribadendo che i tassi sono su un livello appropriato.

* I giornali riportano stamane anche un riferimento di Trichet all‘Italia dicendo che deve andare avanti così sulle politiche di bilancio, la cui credibilità è premiata anche dai mercati. Ma occorre -- continua Trichet -- una svolta, con riforme “molto decise”, sul mercato del lavoro all‘insegna della produttività, per rilanciare una crescita troppo debole.

* Anche dall‘altra parte dell‘Atlantico verrà reso noto il dato del Cpi, oltre a quello della produzione industriale.

Ieri i dati macro Usa hanno soffiato vento contrario sull‘economia con i disoccupati che hanno toccato il massimo di due settimanane. Bernanke però ha detto di aspettarsi una crescita 2011 al 3 o 4%.

* Alle 7,00 italiane sul mercato valutario il cambio euro-dollaro EUR= tratta a 1,33340/43 poco variato da 1,3360 della chiusura di ieri; l‘euro-yen EURJPY= tratta a 110,10/13 da 110,61, il dollaro-yen JPY= a 82,52/57 da 82,79.

* Il segretario per il commercio Usa Gary Locke si è lamentato ieri del fatto che lacina spesso non manteine le sue promesse diapreire i mercati e ha sollecitato una “relazione commerciale più equa”

* Il greggio Usa storna oggi dopo il rialzo dei giorni scorsi, mentre il Brent, che chiude oggi il contratto a febbraio resta ancora sopra i 98 dollari il barile dopo che ha rivisto le tre cifre questa settimana per la prima volta in oltre due anni.

Il future Nymex CLc1 a febbraio scambia a 91,17 dollari il barile (-0,23) mentre il Brent LCOc1 a febbario è a 98,38 (+0,32) e quello a marzo è a 97,32 (+0,33).

* I Treasuries ieri hanno chiuso in rialzo, sostenuti dagli acquisti di titoli di stato da parte della Fed e dalla fine della tornata di aste della settimana.

La Fed ha acuistato 8,41 miliardi di dollari con scadenza 2016 e 2017 come parte del suo programma da 600 milirdi destinato a sostnere l‘economia. Oggi acquisterà altri 6-8 miliardi di scadenze 2015 e 2016. Il benchmark decennale Usa US10YT=RR chiude a 94,10/32 in rialzo di 17/32 con rendimento al 3,307%; il 30 anni US30YT=RR chiude a 95-31/32 (+19/32), rendimento al 4,496%.

DATI MACROECONOMICI

ITALIA

* Istat, commercio estero novembre (10,00)

* Istat, dato finale prezzi al consumo dicembre (11,00) - attesa dato Nic 0,4% m/m; 1,9% a/a; dato Ipca 0,3% m/m; 2,0% a/a

GERMANIA

* Dato finale prezzi al consumo dicembre (8,00) - attesa dato nazionale 1,0% m/m; 1,7% a/a, dato armonizzato 1,9% a/a

GRAN BRETAGNA

* Prezzi produzione dicembre (10,30) - attesa 0,3% m7m; 3,0% a/a

SPAGNA

* Prezzi al consumo dicembre (9,00) - attesa dato nazionale 0,6% m/m; 3,0% a/a; dato armonizzato 0,55% m/m; 2,9% a/a

ZONA EURO

* Commercio estero novembre (11,00) - attesa 2,8 miliardi

* Dato finale prezzi al consumo dicembre (11,00) - attesa dato armonizzato 0,6% m/m; 2,2% a/a

USA

* Core Cpi dicembre (14,30) - attesa 0,1% m/m

* Vendite al dettaglio dicembre (14,30) - attesa 0,8% m/m

* Produzione industriale dicembre (15,15) - attesa 0,5% m/m

* Utilizzo capacità dicembre (15,15) - attesa 75,6%

* Fiducia consumatori Univ.Michigan gennaio (15,55) - attesa 75,4

* Scorte all‘industria novembre (16,00) - attesa 0,7%

BANCHE CENTRALI

USA

* A Washington Geithner incontra CFO su riforma tassazione società e incentivi per investire in America (13,00)

* A Mashantucket intervento Rosengren, Fed Boston (19,15)

* A Richmond intervento Lacker, Fed (19,00)

ZONA EURO

* A Francoforte interventi Schaeuble e Weber a convegno.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below