January 13, 2011 / 6:47 AM / 7 years ago

MONETARIO - Cosa succede oggi giovedì 13 gennaio - ore 8,00

7 IN. DI LETTURA

(aggiunge dati su recupero evasione fiscale da Corriere)

* Il Tesoro ha recuperato complessivamente 25 miliardi di euro dall'evasione fiscale nel 2010. Lo scrive stamane il Corriere della Sera, specificando che i dati ufficiali dell'Agenzia delle Entrate, di Equitalia e dell'Inps verranno pubblicati a brevissimo. La cifra sarebbe suddivisa in 11 miliardi di tasse recuperate, otto miliardi di contributi e sei miliardi dallo stop di alcune pratiche fiscali dubbie.

* Ancora una mattinata calda in Europa sul mercato primario dei titoli di Stato con i collocamenti italiani e spagnolo sul medio lungo termine, dopo il buon esito di quelli portoghesi di ieri. Il Tesoro italiano mette sul mercato Btp a 5 e 15 anni per un importo compreso tra i 2 e i 3 miliardi su ciascuna scadenza. In una nota Unicredit prevede una buona domanda, citando come elementi favorevoli il basso controvalore dell'offerta e il fatto che i due titoli in questione non vongano emessi da novembre. Da Madrid è atteso invece il bond febbraio 2016, con un range d'offerta di 2-3 miliardi.

* A fine mattinata il focus si sposterà decisamente sulla Bce che oggi riunisce il proprio direttivo. Gli operatori danno per scontata la conferma del costo del denario all'attuale minimo storico dell'1%, ma non mancheranno i motivi di interesse nella tradizionale conferenza stampa di Trichet post-annuncio. In primis il programma di acquisto bond della banca centrale, che è stata peraltro piuttosto attiva negli ultimi giorni comprando carta portoghese, greca e irlandese a sostegno del debito periferico. Tra gli altri temi, a detta degli osservatori, anche la posizione di Francoforte di fronte ai segnali di accelerazione dell'inflazione nella zona euro.

* Decisione sui tassi di interesse oggi anche per la Banca d'Inghilterra. Nonostante un'inflazione in netto surriscaldamento (ormai lanciata verso quota 4%, il doppio del tetto fissato dalla Bank of England), almeno nell'immediato le attese restano per un nulla di fatto sul fronte dei tassi (allo 0,5%), ma anche sul fronte del programma di 'quantitative easing' (200 miliardi di sterline).

* Tra i temi centrali, che potrebbero essere toccati anche dallo stesso Trichet, resta sicuramente quello del possibile potenziamento del fondo europeo di salvataggio e di una riforma, in senso più flessibilie, dei suoi meccanismi di funzionamento. Più fonti hanno confermato che l'Eurogruppo di lunedì prossimo ne discuterà, in particolare considerando l'allargamento della capacità di credito dell'Efsf dagli attuali 250 miliardi di euro a tutti i 440 miliardi del suo valore nominale. Favorevolmente si sono già espressi Rehn e Barroso, ma il governo tedesco ha frenato spiegando che non è ancora il momento per considerare tale ipotesi. Inidcazioni aggiuntive potrebbero arrivare in giornata, tra gli altri, dal ministro delle finanze tedesco Schaeuble che partecipa a Berlino ad un incontro con la Stampa Estera.

* Timidi segnali di ripresa per il mercato del lavoro Usa. È quanto rileva il Beige Book, la periodica indagine congiunturale della Federal Reserve, diffusa ieri sera. Il miglioramento, per quanto modesto, delle condizioni occupazionali sembra dunque coerente con un certo rafforzamento recente dei dati economici Usa che ha spinto diversi economisti ad alzare le loro stime di crescita per la prima metà di quest'anno.

* Rialzo a sorpresa - di 25 punti base - per i tassi in Corea del Sud: la Bank of Korea ha portato il tasso di rifinanziamento al 2,75% dopo che il costo del denaro era rimasto fermo in occasione della decisione di dicembre. Le attese degli operatori, raccolte da Reuters, indicavano anche per questo mese tassi invariati.

* Francia: i prezzi al consumo sano saliti dello 0,5% su base mensile in dicembre dopo lo 0,1% di novembre. Lo indicano i dati finali dell'Insee diffusi questa mattina. Su base annua l'inflazione si è portata al 2% dall'1,8% di novembre.

* Tra gli altri dati della giornata occhio sopratuttto a quelli americani. Tra questi la bilancia commerciale di novembre (previsto un deficit in allargamento a 40,5 miliardi da 39,71 miliardi), le nuove richieste sussidi disoccupazione (attese 405.000 nuove richieste la settimana scorsa contro le 409.000 di quella precedente) e l'indice Fed Filandelfia di gennaio (previsto in lieve miglioramento, a 25,0 punti da 24,3).

* Intanto, in Giappone, calo inatteso degli ordini di macchinari in novembre: -3% su mese a fronte di attese di un incremento del 2%. Si tratta della terza rilevazione cosecutiva di segno negativo. Il dato - generalmente piuttosto voltatile - fa seguito al termine dei sussidi pubblici che ha spinto numerose imprese a ritardare le spese per investimento.

* Alle 7,00 italiane sul mercato valutario il cambio euro-dollaro EUR= tratta a 1,3106/09 in lieve deprezzamento da 1,3130 della chiusura di ieri; l'euro-yen EURJPY= tratta a 108,84/87 da 108,94, il dollaro-yen JPY= a 83,04/06 da 82,96.

* Greggio ancora in salita, ormai vicino alla soglia dei 92 dollari a New York. A sostenere i prezzi petroliferi sono i segnali di rafforzamento della domanda, sottolineati dal calo di ieri, superiore alle attese, delle scorte Usa. A ciò si aggiungono ancora le condizioni climatiche estremamente rigide nel nord-est degli Stati Uniti.

Il future Nymex CLc1 scambia a 91,96 dollari il barile (+0,10) mentre il Brent LCOc1 a 98,34 (+0,22).

* Treasuries in rallentamento nelle contrattazioni asiatiche della mattinata, in preparazione all'asta di oquesta sera di governativi Usa trenetennali, da 13 miliardi di dollari. Il benchmark decennale Usa US10YT=RR cede 1/32, rendimento al 3,375%; più ampia la flessione del 30 anni US30YT=RR, -4/32, rendimento al 4,540%.

Dati Macroeconomici

Germania

* Prezzi ingrosso dicembre (8,00)

Gran Bretagna

* Produzione industriale novembre (10,30) - attesa 0,6 m/m; 3,4% a/a

* Produzione manifatturiera novembre (10,30) - attesa 0,4% m/m; 5,3% a/a

Grecia

* Disoccupati ottobre (11,00)

Usa

* Commercio estero novembre (14,30) - attesa -40,5 miliardi

* Prezzi produzione dicembre (14,30) - attesa 0,8% m/m; 3,8% a/a

* Nuove richieste sussidi disoccupazione settimanali (14,30) - attesa 405.000

* Indice Fed Filadelfia gennaio (16,00) - attesa 25,0

Aste Di Titoli Di Stato Italia

* Tesoro, riapre in asta 2-3 miliardi terza tranche Btp a 5 anni (01/11/2015, cedola 3%) e 2-3 miliardi quarta tranche Btp a 15 anni (01/03/2026, cedola 4,5%)

Spagna

* Asta bond aprile 2016, cedola 3,25%

Usa

* Tesoro, asta titoli di Stato a 30 anni (19,00)

Banche Centrali

Gran Bretagna

* A Londra banca centrale termina riunione di politica monetaria; annuncio tassi

Usa

* A Arlington intervento Ben Bernanke (19,00)

Zona Euro

* A Francoforte riunione Consiglio Bce, annuncio tassi (13,45); conferenza stampa (14,30)

* A Heidelberg intervento Stark su 'lezioni dalla crisi finanziaria' (20,00).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below