MONETARIO - Cosa succede oggi martedì 11 gennaio

martedì 11 gennaio 2011 07:40
 

* Un'almeno temporanea boccata d'ossigeno per il vessato reddito fisso europeo arriva dall'annuncio del ministro delle Finanze giapponese: Tokyo intende sottoscrivere titoli di Stato della zona euro per rafforzare la fiducia nello strumento dell'Efsf - European Financial Stability Facility.

Arrivato dal ministro delle Finanze Noda, che ipotizza un acquisto del 20% dell'offerta congiunta di fine mese, l'annuncio non riesce a scuotere il mercato dei cambi dove la valuta unica viaggia contro dollaro sui valori della chiusura precedente in area 1,2950. Avanza invece di circa mezzo punto percentuale il cambio dell'euro/yen

* In una fase di rinnovata tensione sul debito periferico anche la seduta odierna sarà molto probabilmente caratterizzata dalle speculazioni sull'eventuale salvataggio del Portogallo. Specie dopo le voci del fine settimana di pressioni su Lisbona, provenienti da Germania e Francia, per un ricorso del paese agli aiuti finanziari internazionali. Da Berlino la più o meno scontata smentita ufficiale, mentre la Commissione europea sottolinea che per ora non c'è alcuna discussione formale. Il mercato sembra però ormai ritenere che per il 'bailout' portoghese sia solo questione di tempo. Nuove indicazioni potrebbero giungere in giornata da Bruxelles dove Rehn e Barroso intervengono a un convegno sull'integrazione economica. A tale proposito, attenzione anche alla banca centrale portoghese che nel proprio bollettino trimestrale potrebbe rivedere le stime di crescita sull'economia

* Sul mercato primario dei titoli di Stato focus sull'asta odierna di Bot a 12 mesi che il Tesoro offre per 7 miliardi di euro. Ieri pomeriggio sul 'grey market', in chiusura di scambi, il titolo passava di mano con rendimento a 2,05%, contro il 2,014% dell'ultimo collocamento sulla scadenza annuale il 10 dicembre scorso. A completare il quadro odierno il collocamento greco, 1,5 miliardi a 26 settimane, e olandese, 2,5-3,5 miliardi a tre anni

* Ieri sera a mercati chiusi il ministero dell'Economia ha intanto comunicato i quantitativi per le aste a medio lungo termine di giovedì prossimo: range tra 2 e 3 miliardi sia per il Btp 2015 sia per il Btp 2026. La cifra complessiva, fino a 6 miliardi, è sostanzialmente in linea con le previsioni degli operatori, anche se si era ipotizzata un'offerta relativamente più corposa sulla scadenza quinquennale

  Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
MONETARIO - Cosa succede oggi martedì 11 gennaio | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,006.46
    -0.42%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,836.31
    -0.33%
  • Euronext 100
    944.40
    +0.00%