Lavoro, Camusso chiede a Tremonti,Sacconi risorse per cig deroga

mercoledì 5 gennaio 2011 18:08
 

ROMA, 5 gennaio (Reuters) - Il Fondo per l'occupazione, incrementato dal governo di 1 miliardo per il 2011 con la legge di stabilità, è insufficiente per finanziare oltre il primo semestre la cassa integrazione in deroga, cosa che mette a rischio il lavoro in tempi di crisi.

Lo scrive il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, in una lettera aperta inviata al ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, e al ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, nella quale ricostruisce la destinazione delle risorse del Fondo per l'occupazione per il 2011 e invita i due ministri a garantire "tutele e diritti certi e sufficienti".

"Se abbiamo fatto i conti giusti di quel miliardo restano 33 milioni di euro di incremento del Fondo per l'occupazione da destinare agli ammortizzatori in deroga nel 2011", scrive ancora la Camusso lamentando la mancanza di provvedimenti richiesti da tutte le parti sociali "come ad esempio la possibilità di prevedere per le aziende che terminano la cassa integrazione straordinaria di poter continuare senza gli 8 mesi di sospensione. La capienza del fondo della straordinaria lo consente e eviterebbe che tantissime aziende medio-grandi ricorrano alle risorse della deroga".

Su quest'ultima, conclude la Camusso, "non sappiamo invece quanto resta perché non assegnato a consuntivo 2010 e quanto non speso relativamente all'uso effettivo rispetto alle ore autorizzate. Ci pare comunque di poter prevedere che le risorse non basteranno, che si corre un rischio fortissimo di terminarle nel primo semestre e che nell'incertezza molte imprese decidano che ormai la soluzione sia lasciare definitivamente a casa le persone".