23 dicembre 2010 / 06:36 / 7 anni fa

MONETARIO - Cosa succede oggi giovedì 23 dicembre

* Sul fronte macroeconomico si aspettano dalla Francia i prezzi alla produzione di novembre - con attese per un rialzo dello 0,2% dal precedente 0,3% - e le spese al consumo relative allo stesso periodo, con stime per un +0,8% dalla precedente contrazione dello 0,7%. Più fitta l'agenda al di là dell'oceano con l'indice Michigan sulla fiducia dei consumatori in dicembre, il Pce 'core' di novembre e le richieste settimanali di sussidio di disoccupazione.

* Il Tesoro annuncia i quantitativi di Bot e Ctz in asta il 29 dicembre e la tipologia di titoli a medio-lungo termine in asta il 30 dicembre. Nel clima prefestivo le periferie hanno contenuto le perdite nel corso delle ultime sedute, anche se non sono mancate le pressioni derivanti dagli annunci su possibili downgrade da parte delle agenzie di rating.

* In un'intervista al Sole 24 Ore Mario Monti, ex capo dell'Antitrust europeo e responsabile della task force per il rilancio del mercato unico, ha detto che gli Eurobond e l'istituzione di un'agenzia del debito europeo sono nell'interesse di tutti i componenti dell'Eurozona, compresa la Germania.

* Il presidente di China Construction Bank (0939.HK) (601939.SS) Guo Shuqing ha detto che si aspetta che l'anno prossimo il governo alzi ancora i tassi di interesse e aumenti i ratio delle riserve obbligatorie delle banche nel quadro di una normalizzazione della politica monetaria (precedentemente accomodante).

* In Giappone i mercati sono chiusi.

* Negli scambi asiatici le quotazioni del greggio tornano ad avvicinarsi ai massimi degli ultimi due anni, sopra 90 dollari al barile, toccati nel regolamento di ieri. Spinge i prezzi del petrolio un inatteso dinamismo della domanda globale, che ha compresso le scorte statunitensi ai minimi di oltre un decennio.

* L'euro interrompe la discesa sulle piazze asiatiche, dopo aver toccato un minimo record contro franco svizzero di 1,2448 EURCHF=R nella notte. Il dollaro australiano recupera la parità contro quello statunitense sull'ottimismo per l'economia globale.

* Treasuries deboli ieri a New York fra scambi sottili e prefestivi; particolarmente sotto pressione i titoli a cinque e sette anni in vista delle aste della settimana prossima.

DATI MACROECONOMICI

ITALIA

* Istat, cittadini e nuove tecnologie nel 2009 (10,00)

* Istat, posti vacanti nelle imprese 3° trimestre (11,00)

FRANCIA

* Spese ai consumi novembre (8,45) - attesa 0,8% m/m

* Prezzi produzione novembre (8,45) - attesa 0,2% m/m

PORTOGALLO

* Bilancio partite correnti ottobre (12,00)

USA

* Revisione licenze edilizie novembre (6,00)

* Consumi reali novembre (14,30)

* Redditi personali novembre (14,30) - attesa 0,2% m/m

* Core Pce novembre (14,30) - attesa 0,1%

* Beni durevoli novembre (14,30) - attesa -0,5%

* Nuovi ordinativi novembre (14,30) - attesa XD 0,5% e XT 1,6%

* Nuove richieste sussidi disoccupazione settimanali (14,30) - attesa 420.000

* Fiducia consumatori Univ. Michigan dicembre (15,55) - attesa 74,7

* Vendita case monofamiliari novembre (16,00) - attesa 0,3 milioni

ASTE DI TITOLI DI STATO ITALIA

* Tesoro, annuncio quantitativi Bot e Ctz in asta il 29 dicembre; annuncio tipologia titoli a medio-lungo termine in asta il 30 dicembre.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below