PUNTO 4 -Milleproroghe, 400 mln a 5 per mille, stop tasse Veneto

mercoledì 22 dicembre 2010 17:13
 

(Aggiunge dettagli a paragrafo 11 e 12 su Pompei e sacchetti)

ROMA, 22 dicembre (Reuters) - Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge Milleproroghe, che porta a 400 milioni dagli attuali 100 la dote a favore del cinque per mille nel 2011.

Sul totale delle risorse, la bozza del decreto prevede che una quota pari a 100 milioni sia "destinata ad interventi in tema di sclerosi amiotrofica per ricerca e assistenza domiciliare dei malati".

Inventato nel 2005 da Tremonti, il cinque per mille è la parte dell'imposta sul reddito che i contribuenti italiani possono destinare al mondo del volontariato nei limiti stabiliti dal governo.

Per aumentare lo stanziamento il governo ha ridotto di 50 milioni i fondi a favore dell'editoria e ha cancellato i 45 milioni inizialmente messi a bilancio per le emittenti televisive locali. Altri 105 milioni arrivano da rimodulazioni di spesa e da fondi assegnati ma non spesi, che tornano quindi nella disponibilità del Tesoro.

Altro piatto forte del decreto è la riconferma dei limiti agli incroci fra quotidiani e televisioni, previsti dalla legge Gasparri del 2004 e in scadenza il 31 dicembre 2010. In base a una delle bozze in circolazione, la misura viene prorogata fino al "31 dicembre 2012".

ALLUVIONE VENETO: STOP VERSAMENTI FINO A GIUGNO 2011   Continua...