22 dicembre 2010 / 12:46 / 7 anni fa

PUNTO 4 -Milleproroghe, 400 mln a 5 per mille, stop tasse Veneto

(Aggiunge dettagli a paragrafo 11 e 12 su Pompei e sacchetti)

ROMA, 22 dicembre (Reuters) - Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge Milleproroghe, che porta a 400 milioni dagli attuali 100 la dote a favore del cinque per mille nel 2011.

Sul totale delle risorse, la bozza del decreto prevede che una quota pari a 100 milioni sia “destinata ad interventi in tema di sclerosi amiotrofica per ricerca e assistenza domiciliare dei malati”.

Inventato nel 2005 da Tremonti, il cinque per mille è la parte dell‘imposta sul reddito che i contribuenti italiani possono destinare al mondo del volontariato nei limiti stabiliti dal governo.

Per aumentare lo stanziamento il governo ha ridotto di 50 milioni i fondi a favore dell‘editoria e ha cancellato i 45 milioni inizialmente messi a bilancio per le emittenti televisive locali. Altri 105 milioni arrivano da rimodulazioni di spesa e da fondi assegnati ma non spesi, che tornano quindi nella disponibilità del Tesoro.

Altro piatto forte del decreto è la riconferma dei limiti agli incroci fra quotidiani e televisioni, previsti dalla legge Gasparri del 2004 e in scadenza il 31 dicembre 2010. In base a una delle bozze in circolazione, la misura viene prorogata fino al “31 dicembre 2012”.

ALLUVIONE VENETO: STOP VERSAMENTI FINO A GIUGNO 2011

Slitta al 31 dicembre 2011 il termine per l‘emanazione del decreto con cui il ministro delle Infrastrutture aggiorna i diritti aeroportuali.

Nella parte ”proroghe onerose di termini“, il decreto sposta ”alla data del 30 giugno 2011“ le scadenze per i versamenti fiscali e contributivi dei contribuenti che risiedono nelle zone alluvionate del Veneto. Il governo calcola in 95 milioni le minori entrate che derivano dallo stop ai versamenti per il 2010. La copertura deriva da una quota dei rimborsi e delle compensazioni di ”crediti di imposta, che figurano nella contabilità speciale dell‘Agenzia delle entrate.

Più tempo per definire e pubblicare gli studi di settore in Gazzetta ufficiale. Anche per gli anni 2011 e 2012 il termine sarà del 31 dicembre.

1 EURO IN PIÙ SU BIGLIETTI CINEMA. TREMONTI SMENTISCE

La bozza prevede anche “un contributo speciale” di un euro a carico di chi va al cinema per finanziare fino a tutto il 2013 gli incentivi fiscali alle imprese cinematografiche. Il ministero dell‘Economia ha smentito la notizia come “totalmente priva di fondamento”, per cui il contributo dovrebbe sparire dal testo definitivo.

Per pagare lo stipendio di Domenico Oriani, commissario straordinario del comune di Roma, il decreto prevede la riduzione delle risorse destinabili a nuove assunzioni.

Saltato invece il piano straordinario di Pompei, che poneva anche le basi per un aumento del personale occupato

Nessuna proroga per l‘utilizzo dei sacchetti di plastica non biodegradabili, che saranno banditi dal primo gennaio.

DUE MESI IN PIÙ PER REGOLARIZZARE LE CASE FANTASMA

Il decreto sposta al 28 febbraio 2011 il termine per la regolarizzazione degli immobili non ancora accatastati, le cosiddette case fantasma.

Il provvedimento mantiene tuttavia ferma la possibilità per l‘Agenzia del territorio “di porre in essere, a far data dal 2 gennaio 2011, tutte le azioni propedeutiche all‘attribuzione della rendita presunta”.

Introdotta con la manovra di luglio, la regolarizzazione delle case fantama avrebbe dovuto portare, secondo le stime fatte a suo tempo dal governo, all‘emersione entro dicembre 2010 di una rendita catastale pari a circa 627 milioni. In termini di cassa, l‘operazione assicurerebbe 183 milioni nel 2011 e 104 nel 2012.

In nessuna delle bozze in circolazione compare la proroga della deduzione fiscale a favore dei benzinai, che ieri hanno minacciato lo sciopero tra Natale e Capodanno.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below