21 dicembre 2010 / 17:17 / 7 anni fa

PUNTO 1 - Ue ed Efsf dettagliano piano emissioni per Irlanda

(aggiunge dettagli, background)

BRUXELLES, 21 dicembre (Reuters) - I fondi di salvataggio europei inizieranno in gennaio a raccogliere liquidità sul mercato per aiutare l'Irlanda, iniziando con i bond emessi dal Meccanismo di stabilità finanziaria europea.

E' quanto spiega la Commissione europea in una nota.

L'Ue e il Fmi hanno promesso a Dublino 85 miliardi di euro in finanziamenti d'emergenza per necessità del governo e per il risanamento delle banche, dopo che i costi sostenuti dal paese per finanziarsi sul mercato avevano raggiunto livelli insostenibili.

La parte europea degli aiuti è divisa fra due fondi - lo European Financial Stability Mechanism (Efsm), che è gestito dalla Commissione europea, e l'European Financial Stability Facility (Efsf), che è un veicolo intergovernativo solamente per i paesi della zona euro.

"L'Ue intende lanciare un primo bond all'inizio di gennaio. L'Efsf dovrebbe seguire con la prima emissione verso la fine di gennaio", dice la Commissione.

L'Ue e l'Efsf hanno rating tripla A da parte di Fitch, Moody's e Standard & Poor's.

La Commissione ha spiegato che i bond emessi dall'Efsm saranno denominati soltanto in euro. L'Efsf, a sua volta, probabilmente emetterà in euro, recita la nota, ma non subirà limiti di valuta nell'attività di funding e potrà adattarsi all'evoluzione del mercato.

Le emissioni di Ue ed Efsf avranno prevalentemente durate standard, ovvero 5, 7 e 10 anni, aggiunge Bruxelles.

Nel primo trimestre dell'anno prossimo, Efsm ed Efsf dirotteranno 11,7 miliardi di euro verso l'Irlanda.

PIANO EMISSIONI 2011 PER EFSM ED EFSF

Nel 2011, l'Efsm raccoglierà fino a 17,6 miliardi per l'Irlanda e un massimo di 4,9 miliardi l'anno seguente.

L'Ue intende lanciare nel 2011 quattro, cinque bond benchmark, con un obiettivo di raccolta di 3-5 miliardi l'uno. L'Unione dovrebbe soddisfare ulteriori esigenze di funding attraverso emissioni di bond di portata minore, nonché per mezzo di riaperture di emissioni lanciate nel quadro dell'Efsf o tramite transazioni mirate, prosegue la nota.

Nella prima metà del 2011, anticipa Bruxelles, il mercato dovrebbe aspettarsi tre emissioni benchmark.

L'Efsf raccoglierà fino a 16,5 miliardi nel 2011 e fino a 10 miliardi l'anno seguente. Anche questo programma punta a lanciare nel 2011 tre bond benchmark, con un obiettivo di raccolta di 3-5 miliardi l'uno.

A sua volta, l'Efsf dovrebbe soddisfare le ulteriori esigenze di funding attraverso l'emissione di bond più piccoli, nonché per mezzo di riaperture e transazioni mirate. Sono previste sindacazioni, aste e collocamenti privati.

La Commissione anticipa che nella prima metà del 2011 il mercato dovrebbe attendersi due emissioni benchmark.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below