Greenvision, in controllate emesse fatture senza sottostante

lunedì 20 dicembre 2010 16:42
 

MILANO, 20 dicembre (Reuters) - PriceWaterhouseCoopers ha esaminato la contabilità delle controllate di Greenvision Ambiente VISA.MI Enervision, Bio-Energy e Kefi e ha segnalato, tra l'altro, che l'ex amministratore Giacomo Gallusi ha informato della presenza di fatture emesse nel corso dei primi nove mesi dell'anno a fronte delle quali non esiste alcuna operazione sottostante.

Lo dice una nota del gruppo che fa capo alla famiglia Burani precisando che nello specifico si tratta di 10,351 milioni relativi a Kefi e 2,057 milioni relativi a Enervision.

La nota ricorda che i cda delle controllate hanno già deliberato l'attribuzione dei poteri utili a procedere con la promozione dell'azione di responsabilità nei confronti di Gallusi, ex presidente e AD di tutte le società, nonché alla promozione di qualsiasi ulteriore iniziativa o azione nei confronti dello stesso Gallusi finalizzata alla salvaguardia del patrimonio aziendale.

Il comunicato ribadisce anche che il Cda di Greenvision Ambiente - preso atto della situazione di "grave squilibrio patrimoniale" che emerge dalle situazioni patrimoniali delle controllate al 30 settembre e del fatto che le attività di queste società non sono contemplate dalle linee guida del piano industriale approvato il 15 novembre - ha deliberato di non procedere alla copertura delle perdite emerse né alla sottoscrizione dell'aumento di capitale che dovesse essere deliberato dalle assemblee delle controllate convocate il 29 dicembre per provvedimenti ai sensi degli articoli 2447 e 2482-ter del codice civile.

Nella nota si segnala inoltre che, come già comunicato nei giorni scorsi, le verifiche effettuate da PWC sono limitate alle operazioni poste in essere quest'anno e "pertanto non permettono, allo stato, di fare valutazioni sulle rendicontazioni dell'anno precedente".

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA20cc8]