Spagna, Ocse spinge perchè realizzi riforme pensioni e banche

lunedì 20 dicembre 2010 11:38
 

MADRID, 20 dicembre (Reuters) - La Spagna potrebbe aumentare le tasse ulteriormente qualora il piano di consolidamento fiscale dovesse andare fuori rotta, mentre le riforme delle pensioni e del settore bancario sono vitali per rilanciare l'economia che resterà debole per anni. Lo sostiene l'Ocse in un report sul Paese iberico.

Per l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo, la Spagna è più o meno in pista per centrare l'obiettivo di deficit al 2011, ma alcuni rischi, come una crescita più debole delle attese, restano e potrebbero spingere il governo verso misure aggiuntive.

"Se (i rischi) si dovessero materializzare, misure di consolidamento addizionale potrebbero essere necesarie al fine di raggiungere gli obiettivi fiscali", si legge nel report.

Secondo l'Ocse l'economia iberica potrebbe vedere un periodo di crescita tiepida, con il Pil in espansione dell'1,8% nel 2012 rispetto alle stime governative del 2,5%.