MONETARIO - Cosa succede oggi lunedì 20 dicembre

lunedì 20 dicembre 2010 07:42
 

* Fallita una riunione d'emergenza del consiglio di sicurezza dell'Onu tesa a risolvere la crisi tra le due Coree, nella notte la Corea del Sud ha condotto delle esercitazioni militari in un'isola vicina al contestato confine marittimo, nonostante le minacce di guerra da parte di Pyongyang. La precedente esercitazione, lo scorso 23 novembre, aveva spinto la Corea del Nord a far fuoco sull'isola di Yeonpyeong causando la morte di due civili e due marine. Di fronte alla minaccia nordcoreana di ritorsioni, Cina e Russia avevano invitato Seoul a non ripetere le esercitazioni. Di parere contrario gli Usa.

* La Banca centrale europea, in un opinion paper pubblicato sul proprio sito, esprime "gravi preoccupazioni" sul pacchetto di salvataggio irlandese che potrebbe creare dei problemi per le operazioni di liquidità all'interno dell'Eurosistema.

* Sace presenta le previsioni contenute nel suo rapporto sull'export italiano 2010-2014. A fine novembre, in occasione della pubblicazione del piano industriale, la società pubblica che assicura il credito all'export aveva parzialmente anticipato il contenuto del rapporto con la previsione di un ritorno dell'export italiano ai livelli pre-crisi nel corso del 2012.

* Pochi i dati economici di rilievo nel corso della giornata. Dalla Germania arrivano i prezzi alla produzione di novembre, attesi in crescita dello 0,3% su mese (dallo 0,4% di ottobre) e del 4,5% su anno (dal 4,3%). Per quel che riguarda la zona euro focus, tra gli altri dati, sui flussi netti di capitale in ottobre (positivi per 7 miliardi di euro il mese precedente) e nel pomeriggio sull'indice di fiducia dei cosumatori per il mese in corso (-9,50 punti in novembre).

* Banca del Giappone inizia oggi una riunione di due giorni al termine della quale è scontata una conferma dei tassi all'attuale 0-0,1% mentre restano aperte le opzioni per fronteggiare l'ascesa dei rendimenti sui titoli di Stato giapponesi. La banca centrale potrebbe limitarsi a sottolineare i rischi per la crescita derivanti dalla salita dei tassi ma potrebbe anche decidere di ampliare il pool di asset oggetto del suo programam di acquisti.

* L'euro è in leggero calo in Asia a 1,3167/70 dollari da 1,3180 dell'ultima chiusura EUR=. Arretra con più decisione nei confronti dello yen a 110,46/50 da 110.78 EURJPY=. In discesa anche il dollaro/yen JPY= a 83,85/88 da 84,05.   Continua...