Rcs, in Cda nessun mandato per operazioni specifiche su asset-AD

venerdì 17 dicembre 2010 17:41
 

MILANO, 17 dicembre (Reuters) - Il Cda odierno di Rcs (RCSM.MI: Quotazione) non ha dato mandati per procedere a specifiche cessioni.

Lo ha detto l'AD Antonello Perricone presentando agli analisti il piano triennale.

"Oggi nel Cda nessun mandato è stato dato al management a procedere su operazioni specifiche né su asset né su cespiti", ha detto Perricone.

Nel comunicato sul piano si legge che il consiglio ha confermato l'orientamento di arrivare a dismissioni in tutto o in parte di attività o cespiti ritenuti non strategici, o comunque ad altre forme di valorizzazione.

"Il cda ha dato mandato al management per la ricerca di prospettive di marginalità. Laddove resta una marginalità negativa a loro occorrerà intervenire senza indugi e ricorrere a opportune valorizzazioni e eventuali dismissioni", ha proseguito l'AD.

"La posizione finanziaria netta è in miglioramento senza contributo da operazioni straordinarie, quindi la situazione finanziaria non è così esasperata. Se ci dovessero essere opportunità saremo pronti a coglierle", ha aggiunto Perricone.

Il piano al 2013 prevede un debito in riduzione a 677 da 979 milioni, senza considerare il contributo derivante da eventuali dismissioni.